WWE, il 28 gennaio il primo storico Royal Rumble match femminile

Durante l'ultima puntata di Raw, Stephanie McMahon annuncia che nel prossimo Pay-Per-View le ragazze della divisione femminile si cimenteranno nella rissa reale.

233 condivisioni 2 commenti

di

Share

Nel mondo del wrestling WWE la voce era cominciata a circolare ormai da qualche settimana, soprattutto dopo la promozione nei roster principali di SmackDown e Raw di 5 atlete arrivate da NXT, come Ruby Riott, Liv Morgan, Sarah Logan, Mandy Rose e Sonya Deville, più il grande ritorno di Paige.

Tanti volti femminili nuovi, insomma, una mossa perfetta per creare le giuste condizioni e annunciare poco dopo la prima Royal Rumble in rosa della storia della WWE.

Lo ha reso ufficiale nel corso dell'ultima puntata di Raw la Commissioner del roster rosso, nonché WWE Chief Brand Officer, Stephanie McMahon, che dopo aver elogiato l'evoluzione della categoria, passata dall'essere Divas a Women, ha spiegato come sia arrivato il momento di aggiungere anche la rissa reale nel novero dei match da PPV conosciuti dall'universo femminile della World Wrestling Entertainment, dopo i primi storici Hell in a Cell e Money in The Bank:

Il Women’s Royal Rumble segna un altro momento fondamentale nell’evoluzione dell’universo femminile in WWE, che sta conquistando sempre più spazio nello storyline, con personaggi sempre più coinvolgenti e match sempre più lunghi: le atlete sono veri e propri modelli da seguire, che ispirano donne e ragazze dando loro la forza di credere in sé stesse ed essere forti. Meritano davvero il loro match alla Royal Rumble.

WWE, nasce il Royal Rumble Match femminile

Si tratta dell'ennesima dimostrazione di come la WWE stia investendo sempre di più nel settore femminile, che nel 2017 tra l'altro ha visto andare in scena il primo torneo interamente dedicato della storia, il Mae Young Classic, che ha coinvolto 32 delle migliori atlete da 16 paesi del mondo.

A inizio novembre, inoltre, c'è stata un'altra occasione storica, quella che ha fatto sì che si svolgesse il primo incontro di wrestling femminile in Medio-Oriente, con Sasha Banks e Alexa Bliss che si sono sfidate (completamente coperte da delle tute integrali) durante il tour della WWE ad Abu Dhabi. 

Nella notte tra domenica 28 e lunedì 29 gennaio, dunque, ci sarà una nuova prima volta, quella in cui le Superstar femminili della WWE saranno protagoniste del loro primo Royal Rumble Match in assoluto e si giocheranno un’opportunità titolata a WrestleMania 34.

Ci sarà il debutto dell'ex UFC Ronda Rousey?

E considerando che generalmente l'omologo match maschile prevede 30 atleti pronti a giocarsi questa chance, significa che le risorse di SmackDown e Raw saranno comunque troppo poche per completare l'elenco delle partecipanti.

Probabile che partecipino alcune delle atlete di NXT, ma soprattutto che la WWE abbia in serbo delle sorprese.

Ecco perché, negli Stati Uniti, prende sempre più forma l'idea che magari possa esserci proprio il tanto atteso debutto di Ronda Rousey, che farebbe così il suo passaggio ufficiale da UFC a WWE, magari vincendo la prima rissa reale della storia e guadagnandosi l'occasione di lottare per uno dei due titoli femminili a Wrestlemania.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.