Cristiano Ronaldo: "Voglio finire al Real". Guadagnando più di Messi

Dopo la vittoria del Mondiale per Club, il cinque volte Pallone d'Oro ha svelato le intenzioni per il suo futuro: rimanere in Spagna e magari diventare il calciatore più pagato di sempre.

26 condivisioni 18 commenti

di

Share

Ubriachi di CR7. La sbronza ancora non è passata: all'indomani della punizione che ha regalato il Mondiale per Club al Real Madrid, l'immagine di Cristiano Ronaldo continua a fare il giro del web. Sempre lui, sorridente e con un trofeo in mano. Ormai una costante: un 2017 in cui aveva già conquistato la Liga, la seconda Champions League consecutiva con i Blancos e due Supercoppe (Spagnola ed Europea). Senza dimenticare il quinto Pallone d'Oro.

Ma le coppe spesso non bastano a far felice un calciatore. Serve una contropartita economica adeguata, soprattutto per chi sente di essere il migliore al mondo. Impensabile guadagnare meno dei suoi rivali più agguerriti, Messi e Neymar che (attualmente) percepiscono uno stipendio superiore a quello del portoghese.

L'adeguamento contrattuale è il tema in questione. Chiudere la carriera al Real Madrid va bene, ma serve un nuovo accordo da sottoscrivere nero su bianco. Uno che preveda un aumento del salario di Cristiano Ronaldo. Anche se la dirigenza non vuol sentir parlare di certi argomenti. Il portoghese è legato al club spagnolo fino al giugno 2021 e Florentino Perez è stato chiaro al riguardo: questo sarà il suo ultimo contratto col Real.

Vota anche tu!

Cristiano Ronaldo merita un ritocco d'ingaggio?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Cristiano Ronaldo batte cassa: più pagato di Messi?

Non lo ha mai nascosto Cristiano Ronaldo. Chiudere la carriera al Real Madrid è il suo sogno da quando è arrivato nella capitale spagnola. Ma devono esserci le condizioni per farlo: prima tra tutte quella di diventare il calciatore più pagato al mondo, più di Leo Messi, che ha da poco rinnovato il suo contratto col Barcellona. Lo farà anche CR7? Lui è stato abbastanza chiaro in merito:

Mi piacerebbe chiudere qui la carriera, ma non dipende da me. Io penso a fare bene quando scendo in campo, ma non comando nel club. Vedremo se sarà possibile.

Florentino Perez con Cristiano Ronaldo

Un pensiero al campo, dove è tornato a essere decisivo, e uno al portafoglio, dove vuole mettere più 'banconote' di Messi. E quella di sabato nel Clasico rappresenta una buona chance per dimostrare quanto lo meriti. Battendo il Barcellona e riaprendo il discorso titolo, il portoghese potrebbe far cambiare idea ai vertici del club che, ora come ora, non prendono in considerazione l'ipotesi adeguamento. L'ultima carta di Cristiano Ronaldo si chiama Zidane: qualora il tecnico si dovesse schierare dalla parte del suo gioiello, Florentino Perez sarebbe costretto a prendere una decisione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.