Prandelli: "In Italia ho dato fastidio a molti. Ventura? Non ha colpe"

L'ex ct azzurro è intervenuto in esclusiva ai microfoni di FOX Sports.

Prandelli

13 condivisioni 28 commenti 0 stelle

Share

Cesare Prandelli è intervenuto in esclusiva ai microfoni di FOX Sports. L'attuale allenatore dell'Al Nasr (squadra degli Emirati Arabi) si trova ad Abu Dhabi per seguire il Mondiale per Club, giunto all'atto conclusivo (oggi alle ore 18 la finale Real Madrid-Gremio su FOX Sports). L'ex ct ha affrontato tanti argomenti, a iniziare dalla Nazionale: 

Un mio ritorno in Nazionale? Ci penserei solo se mi venisse fatta una proposta con alle spalle un adeguato progetto sportivo. Non puoi rifiutare la chiamata della Nazionale, io accetteri nuovamente l'incarico altre mille volte. 

Su Ventura e la sua disastrosa esperienza azzurra: 

Nei suoi confronti ho provato un senso di solidarierà. Avrei voluto chiamarlo dopo la partita con la Svezia, non ne ho avuto il coraggio. Sono stato male per lui. Gli dico che non deve rimproverarsi nulla, non è lui ad aver sbagliato ma il sistema che non funziona. 

Cesare Prandelli, 60 anni
Cesare Prandelli, 60 anni

Su un suo ritorno in Serie A: 

Io ho dato fastidio a qualcuno in Italia, ma un giorno tornerò. A chi mi riferisco? A molti presidenti e dirigenti. 

Poi ricorda la sua esperienza con l'Italia e dà un giudizio al movimento calcistico nostrano: 

Il momento più difficile è stato il primo giorno. Quando io ero piccolo, i massaggiatori ci insegnavano ad alzarci in piedi al momento dell'inno, oggi è tutti diverso. Non frega niente a nessuno della Nazionale, e invece serve gente che la ami e ami il calcio come Albertini, Zoff, Tommasi, Tardelli e Maldini. Queste sono persone con qualità etiche e morali. Ci sono presidenti in Italia che non voglio mandare i giocatori in Nazionale, lo considerano un danno. I tifosi non amano la Nazionale ma solo le proprie squadre.

Su Zidane, CR7 e Zaza:

Pensavano tutti che Zidane fosse una figurina, invece è una persona intelligente che studia. A Cardiff l’ha vinta lui. Ronaldo può ritenersi il migliore in questo momento, non il numero uno nella storia del calcio. Io metto prima di lui Lionel Messi. Zaza al Valencia l'ho voluto io, adesso lì c'è un progetto serio e giocatori validi. Elementi che mancavano quando c'ero io. 

Serie A 2017/2018: chi vincerà il campionato?

Vota

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.