Il Mondiale per Club è ancora del Real Madrid: CR7 piega il Gremio

La punizione di Cristiano Ronaldo vale il secondo successo consecutivo nella competizione, il terzo nelle ultime quattro edizioni: ora sono 6 i titoli iridati.

190 condivisioni 41 commenti

di

Share

Come l'anno scorso, come tre anni fa: il Mondiale per Club si tinge sempre più di blanco. Il Real Madrid è ancora una volta sul tetto del mondo, per la seconda volta consecutiva: mai nessuno ci era riuscito prima. E nelle ultime quattro edizioni, sono tre i successi: dopo San Lorenzo (2014) e Kashima Antlers (2016), le merengues piegano anche il Gremio di Renato Portaluppi. Considerando anche le Coppe Intercontinentali, ora sono 6 i titoli iridati per la Casa Blanca.

La firma sull'1-0, allo Sheikh Zayed Sports City Stadium di Abu Dhabi, è del protagonista più atteso: il recordman Cristiano Ronaldo decide su punizione dopo 53 minuti. È la sua rete numero 7 nella competizione, due più del rivale Messi.

Sono cinque invece i titoli del Real nel 2017, dopo Liga, Champions League, Supercoppa Europea e Supercoppa di Spagna. Ancora di più, è l'8° trofeo conquistato da Zinedine Zidane in 707 giorni da allenatore: ora è il secondo più vincente nella storia del club, alla pari di Luis Molowny (Miguel Muñoz guida con 14). E poi rimane inviolata la striscia di finali internazionali vinte, che dura ormai dal 2000.

Il Real Madrid fa il bis: terzo Mondiale per Club nelle ultime 4 edizioni

Tre rientri eccellenti, tre pezzi da novanta di nuovo in campo: Sergio Ramos, Carvajal e Kroos - spettatori non paganti contro l'Al-Jazira - sono come da previsioni in campo. Niente BBC invece: nonostante il gol vittoria in semifinale, Bale parte ancora una volta dalla panchina. È ancora una volta Isco ad affiancare Cristiano Ronaldo e l'intoccabile Benzema ("lo difenderò fino alla morte", aveva detto di lui Zidane alla vigilia). A marcare Karim ci pensa però Kannemann, il dirimpettaio di CR7 nella finale del Mondiale per Club del 2014 con il San Lorenzo.

Mondiale per Club, Real Madrid campione grazie al gol di Cristiano Ronaldo
Mondiale per Club, Cristiano Ronaldo aveva già messo gli occhi sulla coppa: sarà suo il gol che la consegnerà al Real Madrid

Il Pallone d'Oro, stavolta, lo francobolla Geromel: dopo due minuti di gioco, il portoghese si trova già i suoi tacchetti stampati sul polpaccio. Il capitano del Gremio è un leone a guardia del fortino di Portaluppi: il Real Madrid ha praticamente sempre il pallino del gioco in mano, ma nel primo tempo non conclude nulla di nulla. Ci prova Carvajal, ci prova Modric, ma soprattutto ci prova Cristiano: al 39' il suo missile su punizione sfiora la traversa.

Cristiano Ronaldo sempre più uomo dei record

Al 53' no, stavolta il Pallone d'Oro non fallisce l'appuntamento con la storia: il suo calcio da fermo taglia come il burro la barriera dei brasiliani e s'insacca alle spalle di Grohe. È la rete del vantaggio blanco, sarà anche il gol che chiuderà l'incontro. Dopo cinque minuti Cristiano Ronaldo segnerà di nuovo, ma mimerà ironicamente il VAR prima che l'arbitro annulli tutto per un fuorigioco dell'assistman Benzema.

La punizione di Cristiano Ronaldo che decide il match
La barriera si apre, il pallone calciato da Cristiano Ronaldo s'infila in porta: è il gol vittoria

Modric non troverà poi il raddoppio per un soffio, quando il numero uno del Gremio devierà malamente sul palo il suo destro. Lo stesso CR7 tenterà più volte la via della doppietta, ma al fischio finale basterà l'1-0 per consegnare al Real Madrid il terzo Mondiale per Club. La bacheca della Casa Blanca si rimpie ancora. A una settimana da un altro appuntamento fondamentale: il Clasico contro il Barcellona.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.