WWE SmackDown, Daniel Bryan arbitro speciale verso Clash of Champions

Nel Main Event della puntata, il General Manager si auto-nomina arbitro speciale. E a quanto pare avrà un ruolo anche nel prossimo Pay-Per-View.

Nakamura vs Kevin Owens nel main event di WWE SmackDown

4 condivisioni 0 commenti

di

Share

Per SmackDown si tratta di una puntata più importante del solito, l'ultima prima del PPV della WWE esclusivo del roster blu, quel Clash of Champions dove AJ Styles dovrà difendere la sua cintura dal tentativo di riprendersela che sarà messo in atto da Jinder Mahal.

E soprattutto dove saranno messe in gioco due carriere, quelle dei ribelli Sami Zayn e Kevin Owens: i canadesi, infatti, se la vedranno con Randy Orton e Shinsuke Nakamura, con Shane McMahon arbitro speciale, e in caso di sconfitta saranno licenziati dalla WWE.

Da verificare però la posizione di Daniel Bryan, che non è apparso così convinto delle decisioni del Commissioner di SmackDown delle ultime puntate. Non resta dunque che cominciare il racconto, come sempre attraverso la rubrica WWE-ek SmackDown a cura di FOX Sports, di questa serata trasmessa dalla US Bank Arena di Cincinnati, Ohio.

WWE SmackDown verso Clash of Champions

Dopo aver visto Sami Zayn e Kevin Owens sponsorizzare le maglie dello YEP, con la foto di Daniel Bryan, passiamo nell’arena, con AJ Styles primo a entrare, che dice di non vedere l'ora di difendere il titolo WWE. Viene interrotto dai Singh Brothers, che gli propongono una strana alleanza per Clash of Champions, visto il tradimento di Jinder Mahal due settimane fa a SmackDown.

The Phenomenal inizialmente sembra propenso, si lascia andare anche a degli abbracci e strette di mano, ascoltando lo sfogo di Samir in particolare. Poi però fa il suo ingresso Jinder Mahal e AJ Styles, nel dubbio, colpisce entrambi i Singh Brothers e chiama sul ring il Maharajah, che però lo minaccia soltanto e poi se ne va, rinunciando al contatto fisico.

Charlotte Flair vs Ruby Riott (con Sarah Logan e Liv Morgan)

Single Match

Charlotte è una furia e riesce a controllare bene il match con Ruby Riott, nonostante la presenza di Sarah Logan, Liv Morgan e pure Natalya al tavolo di commento. A un certo punto la lotta si sposta fuori dal ring ed è lì che la campionessa di SmackDown viene colpita dalla Discus Lariat di Natalya, che sancisce la sua vittoria per squalifica.

Subito dopo la Riott Squad si accanisce su Charlotte, ma a salvarla ci pensa Naomi, che mette in fuga le tre. Queste vengono fermate però da tutto il resto della divisione femminile di SmackDown e le ultime arrivate nel main roster non possono far altro che ritirarsi.

Backstage

Daniel Bryan è al telefono con Shane McMahon e lo rassicura dicendo che sarà al tavolo di commento durante il Main Event e farà in modo che tutto vada secondo i piani. Mentre parla lo raggiungono Zayn e Owens, che gli parlano a gesti e gli lasciano il loro volantino.

Baron Corbin vs Dolph Ziggler

Single Match

Si affrontano due dei tre sfidanti che a Clash of Champions si contenderanno il titolo degli Stati Uniti, cioè l’attuale detentore Baron Corbin e Dolph Ziggler, con Bobby Roode a osservare l’incontro. La sua visita però non è di cortesia, perché come fatto dallo Showoff la settimana scorsa, anche l’ex NXT Champions approfitta di un momento con entrambi a terra per fare il suo ingresso sul ring e colpirli con la sua Glorious DDT, facendo terminare l’incontro per squalifica.

The Bludgeon Brothers vs Colin Delaney e Joe Monroe

Tag Team Match

Ancora un incontro senza storia per Rowan e Harper, che si liberano in poco tempo degli sparring partner con la Double Crucifix Powerbomb.

Lo Yep Movement di Kevin Owens e Sami Zayn

Kevin Owens e Sami Zayn si presentano sul ring con tutto il loro materiale griffato Yep Movement, con l’intendo di occupare SmackDown. Chiamano a raccolta tutti i wrestler WWE per ribellarsi a Shane McMahon, ma il loro appello resta inascoltato. Si presenta solo Daniel Bryan, che nonostante le lusinghe dei due canadesi mantiene un po’ di distacco, sostenendo la decisione del Commissioner e ribadendo che se perderanno a Clash of Champions saranno licenziati. Ma visto che lui li considera due atleti talentuosi, vuole essere certo che il match sia arbitrato in modo equo e per questo si inserisce anche lui come arbitro speciale. Owens e Zayn sono felicissimi ed esultano insieme a lui e al pubblico con i classici Yes.

Rusev e Aiden English vs The Usos

Tag Team Match

Dopo un po’ di schermaglie verbali tra tutti e quattro i Tag Team che si sfideranno a Clash of Champions, alla fine parte l’incontro tra Aiden English e Rusev contro The Usos. La strana coppia riesce a vincere anche contro i campioni, grazie a uno schienamento ottenuto da Aiden English su Jimmy, dopo un Superkick di Rusev non visto dall’arbitro.

Backstage

AJ Styles viene intervistato in vista del suo match a Clash of Champions, ma viene aggredito brutalmente da Jinder Mahal e dai Singh Brothers. Successivamente ci viene annunciato che nel PPV ci sarà anche uno scontro (nel kickoff) tra Mojo Rawley e Zack Ryder. Le telecamere passano poi sul ring su Randy Orton e Nakamura, che non sembrano interessati al fatto che Daniel Bryan si sia aggiunto come arbitro speciale. The Viper spiega che il suo unico intento sia quello di fare un favore alla WWE e portare al licenziamento dei due canadesi.

Shinsuke Nakamura (con Randy Orton) vs Kevin Owens (con Sami Zayn)

Single Match

Kevin Owens sconfigge Shinsuke Nakamura per schienamento, questo però viene contato da Daniel Bryan, che subentra nel momento in cui Kevin Owens colpisce involontariamente il direttore di gara precedente. Il GM si affretta ad entrare, prima fa un conteggio di due a Nakamura, poi permette le intromissioni di Sami Zayn, che distaggono il giapponese e consentono a Kevin Owens di mettere a segno la Pop-Up Powerbomb vincente.

Al termine dell'incontro i due canadesi prendono il microfono e dicono che nessuno potrà portarli via da SmackDown, perché loro sono i migliori dell'intera WWE.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.