Mondiale per Club, Real Madrid in finale: ma che brividi con l'Al-Jazira!

Una semifinale che più pazza non si può: Ali Khaseif para tutto, Romarinho porta in vantaggio i suoi. Poi ci pensano Cristiano Ronaldo e Bale: sabato c'è il Gremio.

79 condivisioni 64 commenti

di

Share

Una semifinale assolutamente, totalmente clamorosa. Un thriller da Oscar, colpi di scena a non finire. Sì, è finita come tutti avrebbero previsto: il Real Madrid supera l'Al-Jazira e raggiunge il Gremio in finale. Ma l'epilogo racconta solo una minima parte di quanto è accaduto allo Sheik Zayed Sports City Stadium di Abu Dhabi. Le parate di un Ali Khaseif fenomenale, la porta stregata per i blancos, il VAR contestato, il vantaggio dei padroni di casa. E poi la rimonta, faticosa, sudata, firmata da Cristiano Ronaldo e Gareth Bale.

Insomma, i campioni in carica vincono solamente 2-1. Ma per come si erano messe le cose, è un risultato da portare a casa senza lamentarsi troppo, se non con se stessi. Il Mondiale per Club stava per sfuggire di mano agli uomini di Zinedine Zidane, ora se lo giocheranno nell'ultimo appuntamento di sabato 16 (ore 18, diretta esclusiva su FOX Sports, canale 204 di Sky).

Nell'immaginario collettivo di questa sfida, però, rimarrà l'impresa sfiorata dai campioni degli Emirati Arabi Uniti di Henk ten Cate (il vice di Rijkaard ai tempi del Barcellona): una preannunciata vittima sacrificale, che però ha venduto carissima la pelle contro la squadra due volte campione d'Europa. C'è voluto il 6° centro del Pallone d'Oro - recordman solitario del Mondiale per Club - e l'ingresso in campo dell'uomo della provvidenza gallese, per evitare una figuraccia mondiale.

Mondiale per Club, Real Madrid in finale: ma contro l'Al-Jazira è un thriller

Tutto quello che accade nel primo tempo è semplicemente incredibile, pazzesco, fuori da ogni logica e previsione. E risponde principalmente a un nome: quello di Ali Khaseif. Non sarà Buffon, non sarà Neuer, ter Stegen o de Gea, certo: nei primi 20 minuti di match, però, è stato letteralmente più decisivo di ognuno di loro. Sette palle gol nitide, due per Cristiano Ronaldo, due per Benzema e una per Modric: tutte sventate dalle parate - un paio inverosimili - del numero uno dell'Al-Jazira.

Eroe per caso a 30 anni, con un preparatore che si chiama Almunia (sì, quello dell'Arsenal), ha deciso che dalle sue parti non si poteva passare. Nonostante un infortunio subito al 13' e che lo costringerà a lasciare il campo nella ripresa. Roba da monumento per le strade di Abu Dhabi. Come se non bastasse a far sembrare la serata già stregata, per il Real Madrid ci si mettono le decisioni arbitrali. La prima, inappellabile, sanziona un fallo di Cristiano Ronaldo prima che Benzema insacchi.

Mondiale per Club, l'arbitro Meira Ricci annulla l'1-0 del Real Madrid
Mondiale per Club, la contestata decisione di Meira Ricci che al 30' annulla l'1-0 del Real Madrid

L'altra, contestatissima, vede entrare in scena il VAR: Casemiro supera tutti di testa, il silent check del video-assistente approva, prima del dietrofront. Davanti al monitor, l'arbitro Meira Ricci ravvisa probabilmente una spinta di Benzema (in fuorigioco) ai danni di Rashid (che avrebbe forse potuto contrastare il brasiliano). Insomma, siamo nel campo delle interpretazioni e - nel caso delle merengues - delle proteste.

Il gol di Romarinho al 41'
La splendida giocata con cui Romarinho ha portato in vantaggio l'Al-Jazira

Poi succede che lo stesso Casemiro e Achraf combinino un pasticcio sulla propria trequarti, che Romarinho riceva in area e che mandi al bar Varane. Risultato: Al-Jazira in vantaggio. Contro il Real, alla prima conclusione nello specchio e dopo aver sventato quasi una decina di pericoli. E grazie a un brasiliano di 27 anni, che deve il suo nome alla passione del padre per l'ex Barcellona Romario e che nel 2012 ha già vinto il Mondiale per Club con il Corinthians (nella finale contro il Chelsea). È il prologo di un primo tempo che, per un produttore cinematografico, potrebbe essere già spedito nelle sale senza passare dal via.

Ci pensano il recordman Cristiano Ronaldo e il "jolly" Bale

Se pensate che la ripresa sia stata meno palpitante, vi sbagliate di grosso. Dopo due minuti e l'Al-Jazira raddoppia: contropiede fulminante, con la difesa madrilena tutta nella metà campo avversaria e Ali Mabkhout che ridicolizza Achraf. Boussoufa riceve in area e deposita in rete, il 2-0 sembra così clamoroso ma così vero: poi interviene il VAR ad annullare la seconda rete dell'incontro. Da quel momento, il Real Madrid costruisce la sua agognata vittoria. Al 53' ecco il pareggio di Cristiano Ronaldo: un destro a incrociare che lo conduce alla vetta solitaria tra i migliori marcatori di sempre della competizione (superato Messi).

Prima del match point, però, i madrileni devono ancora penare contro Al Senaani (che al 51' aveva sostiuito Ali Khaseif), ma soprattutto contro la sfortuna: Benzema centra due pali nel giro di tre minuti. All'80 Zidane decide così di giocarsi la carta Bale: mai scelta fu più azzeccata. Il gallese, di ritorno dall'ultimo stop precauzionale, va in gol dopo appena un minuto (Cristiano Ronaldo sfiora solamente col tacco). L'ex Tottenham si esibirà poi con una semirovesciata da spiaggia, neutralizzata dal portiere emiratino.

Al Real basta però il 2-1 per conquistare la finalissima di sabato (l'Al-Jazira si giocherà invece il terzo posto, sempre sabato ma alle 15, contro il Pachuca). Ora sotto col Gremio per il bis nel Mondiale per Club, prima di tornare in Spagna e preparare il Clasico. Prima però Zidane e i suoi dovranno smaltire la fatica vissuta contro Ali Khaseif, Romarinho e gli altri imprevedibili eroi dell'Al-Jazira.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.