Batistuta: "Chiesi ai medici di amputarmi le gambe per il dolore"

L'argentino si racconta in un'intervista: "Soffrivo troppo, non ce la facevo più". Poi parla dell'Argentina: "Messi è il migliore. Mi rivedo in Higuain e Icardi".

18 condivisioni 6 commenti

di

Share

Nonostante l'Argentina sia probabilmente la Nazionale col maggior potenziale offensivo al mondo, non c'è dubbio che a Sampaoli potrebbe far comodo avere a disposizione uno come Gabriel Omar Batistuta (anche se potrebbe non convocarlo per far giocare Benedetto).

L'allenatore è arrivato sulla panchina dell'Albiceleste per tornare ad alzare una coppa dopo le 3 finali consecutive perse (un Mondiale e due Coppe America) e probabilmente farebbe carte false per avere in rosa un attaccante come Batigol, decisivo per gli ultimi trofei importanti vinti dall'Argentina, cioè le edizioni della Coppa America del 1991 e del 1993.

L'ex centravanti di Fiorentina e Roma ha rilasciato una lunga intervista a Marca, parlando non soltanto del futuro della sua Nazionale in vista dei prossimi Mondiali, ma anche dei suoi problemi fisici che lo hanno tormentato dal giorno del suo ritiro.

Batistuta: "Chiesi ai dottori di amputarmi le gambe per il dolore"

Dopo aver lasciato il calcio giocato nel 2005, i problemi a gambe e caviglie per Batistuta si aggravarono notevolmente e l'argentino ha raccontato di essere arrivato ad un passo dal prendere una decisione estrema per via del troppo dolore.

Non riuscivo praticamente a muovermi perché soffrivo troppo, un giorno andai in clinica chiedendo ai dottori se fosse possibile amputarmi le gambe. Non ce la facevo più.

Batigol è stato sicuramente uno degli attaccanti migliori degli anni '90 e alla domande su dove si vedrebbe nel calcio attuale e su chi sia il calciatore in cui si rivede maggiormente, l'argentino ha risposto senza esitazioni.

Adesso il calcio inglese sarebbe quello che si adatterebbe meglio alle mie caratteristiche, ai miei tempi era tutto diverso, il campionato italiano era migliore. Ci sono molti attaccanti che mi somigliano ora: ad esempio Cavani, Higuain, Icardi e Suarez.

Se si parla di attaccanti, non si può non citare l'uomo che solo pochi giorni fa ha vinto il suo quinto Pallone d'Oro in carriera, Cristiano Ronaldo. Il portoghese sta vivendo un periodo non felicissimo, ma secondo Batistuta, non bisogna preoccuparsi.

Non posso sapere come sta davvero Cristiano, ma ha già superato periodi peggiori: è un calciatore straordinario che gioca anche in una grande squadra. Si riprenderà.

Leo Messi
Messi con l'Argentina

Batigol su Messi: "Deve giocare il Mondiale senza ansie, è il migliore"

Inevitabile il riferimento alla Nazionale argentina: la formazione di Sampaoli ha faticato per qualificarsi ai Mondiali di Russia 2018, eppure è sicuramente una delle favorite per la vittoria finale. Batistuta ha parlato della squadra e del ruolo di Leo Messi.

La Nazionale non sta giocando bene, ci sono stati troppi cambi. Messi è il migliore, ma serve costruire una squadra attorno a lui come fa il Barcellona da anni. Per me gli attaccanti che si adatterebbero a lui sono Higuain, Icardi o Aguero: il Pipita non può non essere convocato.

Recentemente Messi ha superato il record di marcature con la maglia dell'Albiceleste detenuto proprio da Batistuta. L'ex bomber della Roma ha voluto commentare l'ennesimo traguardo della Pulce, dandogli qualche consiglio in vista della Coppa del Mondo.

Non mi ha fatto piacere perché ne andavo orgoglioso, ma se il record è in mano a un alieno come Messi sono più tranquillo. Credo che se Leo rimarrà sano, potrà giocare anche u Mondiali in Qatar, quindi in Russia deve giocare senza ansie.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.