Widmayer: il primo allenatore esonerato nella storia della Bundesliga

Nel 1963 il Norimberga iniziò la stagione in Bundesliga da favorito assoluto. In realtà Widmayer sarà il primo tecnico ad essere esonerato nella storia del campionato.

Herbert Widmayer venne cacciato dal Norimberga: è il primo esonero della Bundesliga

1 condivisione 0 commenti 0 stelle

di

Share

Il primo, anche se dopo ne seguiranno molti altri. Ma lui è il primo, e per questo è unico. Quando la Bundesliga, alle ore 17 del 24 agosto del 1963 scese in campo per la prima memorabile e storica giornata del nuovo campionato, il Norimberga allenato da Herbert Widmayer era considerato uno dei favoriti per la vittoria finale. Al primo campionato tedesco partecipano 16 squadre: mancava il Bayern Monaco che in futuro diventerà dominatore assoluto del torneo.

Nel 1962 Widmayer aveva conquistato con i Norimberga il DFB Pokal, battendo 2-1 il Dusseldorf ai supplementari. Nel 1961 aveva invece vinto il campionato (che ovviamente non era ancora Bundesliga), l’ottavo per il Norimberga. Non male per chi lavorava per il club solo dal 1960. Anzi: particolarmente bene.

La prima giornata della Bundesliga 1963-64 cominciò con l’1-1 in casa dell’Hertha Berlino. Non un risultato ottimale, ma dopo cinque giornate il Norimberga aveva vinto tre partite pareggiandone due ed era terzo in classifica. Solo il Colonia, che poi vincerà il campionato, e lo Schalke avevano più punti: partenza più che dignitosa.

Herbert Widmayer allenatore
Herbert Widmayer (in piedi a sinistra) e il Norimberga nel 1963

Bundesliga, il primo esonero della storia

Tutto proseguì per il verso giusto fino alla nona giornata di campionato: ecco arrivare quattro sconfitte di fila, che fecero precipitare il Norimberga fino alla tredicesima posizione. La zona retrocessione era distante solo quattro punti, esattamente come il terzo posto in classifica. Il 26 ottobre il Norimberga però crollò di nuovo: 0-5 in casa contro il Kaiserslautern. Widmayer, che fino a quel momento era considerato un allenatore vincente, iniziò a essere insultato dai tifosi, che gli diedero dello “sporco maiale” e addirittura in qualche occasione gli sputarono addosso. Il tecnico dal canto suo fece notare che la creazione della Bundesliga aveva sì alzato il livello tecnico del campionato, ma che non tutto era migliorato:

Volevamo creare un campionato più emozionante, in realtà abbiamo dato vita al fanatismo.

I giorni successivi, effettivamente, non furono affatto facili per Widmayer. Telefonate anonime a casa, una lettera di minacce recapitata per posta e la macchina distrutta durante la notte, mentre la moglie Anna venne fermata per strada da qualche contestatore. Ma Widmayer continuava a rispondere agli attacchi con sarcasmo:

Il nostro lavoro è sempre più simile a quello degli allenatori sudamericani. Ci manca solo che alla prossima sconfitta qualcuno mi spari.

Herbert Widmayer 2
Herbert Widmayer

In tutto questa situazione la dirigenza del Norimberga non difese con particolare veemenza il proprio tesserato, anzi: quattro giorni (!) dopo la sconfitta col Kaiserslautern il tecnico venne convocato in sede. Il presidente Karl Muller gli fece una proposta che Widmayer non poté proprio rifiutare:

La voglio proteggere. Diremo che a causa dello stress e delle continue minacce lei si è ammalato. Ma la invito a lasciare il club con effetto immediato.

In realtà, quindi, il tecnico venne esonerato. L’intenzione di Widmayer era quella di proseguire, ma non poté opporsi. Commentò l’esonero con una frase che, col tempo, diventerà di culto:

Solo dopo il primo esonero si diventa effettivamente allenatori.

Herbert Widmayer Norimberga
Il Norimberga torna a vincere senza Herbert Widmayer

Widmayer, che a inizio stagione era considerato il miglior allenatore della neonata Bundesliga, fu il primo allenatore a essere esonerato nella storia del campionato. In quella stagione perderà il posto di lavoro anche Georg Gawliczek (Schalke 04). Curiosamente non vennero licenziati gli allenatori di Preußen Münster e del Saarbrücken, i due club che a fine campionato retrocessero.

Che fine fece Widmayer? Dopo l’esperienza con il Norimberga decise di allontanarsi dal calcio. A distanza di quattro anni e mezzo accettò, nonostante il suo risentimento verso il calcio professionistico, di prendere la guida del Karlsruhe, che si ritrovava in piena lotta retrocessione. Dopo due partite perse (con un passivo di 7 reti a 0) decise di dimettersi nel febbraio del 1968, a soli 10 giorni dal suo nuovo incarico. Ma quell'addio non fece storia. A differenza dell'esonero del Norimberga...

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.