Calciomercato Milan, il no della UEFA e le possibili cessioni

Una vendita eccellente potrebbe bastare per calmare le acque. Donnarumma e Romagnoli hanno tanto mercato. E in entrata tutto ridimensionato.

155 condivisioni 13 commenti 5 stelle

di

Share

Tutto da rivedere. Il no della UEFA sul Voluntary Agreement ha fatto scattare l’allarme in casa Milan. Da rivedere i piani del calciomercato: sogni spezzati, almeno per ora. Obiettivi ridimensionati, ma soprattutto bisogna pensare a qualche cessione eccellente.

I tifosi tremano, sono mesi difficili. Le poche rassicurazioni sul presidente Yonghong Li, sempre nell’ombra, i risultati scadenti sul campo. Ora anche la pressione da Nyon: minacciano grosse sanzioni.

Gennaio è vicino, l’apertura del calciomercato anche. Il Milan cerca rinforzi per provare a centrare l’Europa. Fassone e Mirabelli giocano su più fronti: ora le ‘questioni formali’ sono diventate veramente tante.

Calciomercato Milan, Fassone e Yonghong Li a colloquio
Calciomercato Milan, Fassone e Yonghong Li a colloqui all'Olimpico

Calciomercato Milan, la UEFA non fa sconti: serve vendere?

Le strategie di calciomercato del Milan si complicano. All’improvviso bisogna mollare i sogni di mezz'estate, Aubameyang su tutti. Anzi, serve vendere per rientrare dalle mega spese. La dirigenza ha confessato più volte di non voler cedere i big. Eppure una cessione eccellente garantirebbe maggiore tranquillità in termini economici.

Gianluigi Donnarumma piace al Real Madrid, per l’agente Mino Raiola si tratterebbe dell’ennesima operazione monstre. Il portiere classe ’99 con la maglia dei Blancos potrebbe essere un’idea, anche se dura da digerire. E dietro l’angolo c’è sempre il Paris Saint-Germain interessato. Un altro big? Alessio Romagnoli. Il centrale ex Roma è seguito dalla Juventus. Il profilo piace perché giovane, italiano e già con una notevole esperienza. Una sua cessione garantirebbe svariati milioni nelle casse rossonere.

Calciomercato Milan, Romagnoli e Donnarumma in Nazionale
Calciomercato Milan, Romagnoli e Donnarumma insieme in ritiro

I nomi in entrata

Non bisogna più spendere cifre folli. Sarà un calciomercato oculato quello del Milan. In attesa di sistemare i conti, sulla lista degli acquisti ci è finito Simone Verdi. L’esterno del Bologna classe ’92 (ed ex Primavera milanista) piace a mezza Serie A. Non sarà proprio facile strapparlo alla corte di Donadoni. Si farà comunque un tentativo. Come per Jakub Jankto dell’Udinese. Concorrenza alta, l’Inter e l’Arsenal hanno già chiesto informazioni. 

In casa Milan è tutto da scoprire. Le priorità ora sono diventate altre: risolvere i problemi con la UEFA e ridare una certa credibilità ad una società perennemente nella bufera. Una missione non facile.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.