Real Madrid, la lettera d'applausi al giocatore del Sunderland

Duncan Watmore ha subito la seconda rottura del crociato nel giro di un anno. Ma nemmeno lui si aspettava di ricevere gli auguri di pronto recupero da parte dei blancos.

780 condivisioni 4 commenti 5 stelle

di

Share

Duncan Watmore ha 23 anni, è un'ala e gioca nel Sunderland. Ormai da un anno, la sfortuna l'ha preso di mira: nel giro di dodici mesi, si è rotto due volte il crociato. Una doppia mazzata tremenda: giusto il tempo di riassaggiare il campo per sei partite, prima di subire il secondo infortunio. Il primo ko è arrivato nel dicembre 2016, quando i Black Cats militavano ancora in Premier League: il match contro il Leicester era a un passo dal concludersi, quando il classe '94 fu costretto a uscire in barella.

Dieci mesi di stop forzato, poi finalmente il rientro: 26 minuti lo scorso 30 settembre, nella sfida di Championship contro il Preston North End. Poi altre cinque presenze, con tanto di tre assist, prima della nuova tegola: è il 18 novembre, Duncan rimane in campo contro il Milwall per soli 42 minuti.

Una sentenza impietosa, per l'ex Under 21 inglese: i tempi di recupero saranno ancora una volta lunghissimi, per il ritorno in campo se ne riparlerà quantomeno nel prossimo autunno. In tanti, tra club e tifosi, hanno inviato al giovane attaccante messaggi di auguri e di pronta guarigione. Uno su tutti, però, l'ha emozionato. Ancora di più, l'ha proprio sorpreso e lasciato senza parole. È quello che succede quando un giocatore della Serie B inglese riceve una lettera da parte del Real Madrid.

Real Madrid, la lettera d'auguri al giocatore del Sunderland

Nessuno scherzo, nessun "fake": la lettera è stata scritta e inviata proprio dai blancos. La firma è di una leggenda come Emilio Butragueño, che delle merengues è oggi il direttore delle relazioni istituzionali. Il testo recita:

Caro Duncan, a nome del nostro presidente Florentino Perez e di tutti coloro che lavorano per il Real Madrid, vorremmo augurarti un pronto recupero dal tuo infortunio al ginocchio.

A pubblicarla su Twitter ci ha pensato invece Ian Watmore, il padre di Duncan. Che da oggi avrà un motivo speciale per tifare per le merengues:

Ma quanto è di classe una cosa del genere? Spero che vincano di nuovo la Champions League! 

Watmore senior ha poi raccontato l'episodio a BBC Sport:

Se fosse stato un giocatore di fama mondiale, non sarebbe stata una sorpresa. Ma questo è stato un gesto incredibile da parte di un club davvero signorile. Per Duncan è davvero un grande incentivo. Mi ha inviato la foto della lettera su WhatsApp, mentre stava tornando dal centro sportivo, e mi ha chiesto di twittarla.

Una grande spinta morale, insomma, nel lungo cammino che dovrà riportare in campo lo sfortunato 23enne del Sunderland:

Non sappiamo quando tempo ci vorrà, ma sarebbe sorprendente se dovesse tornare prima di settembre-ottobre del prossimo anno.

w

Il fatto che il Real abbia inviato una lettera a Watmore ha spiazzato davvero tutti. Per chi cerca una spiegazione, c'è un elemento che non va trascurato: Duncan è stato il primo giocatore della Championship a sposare la causa di Common Goal, il progetto di Juan Mata per cui i calciatori possono donare l'1% del proprio stipendio in beneficenza. Ecco cosa ne pensa il padre:

L'iniziativa di Mata è molto seguita dai media spagnoli, quindi immagino che il Real Madrid abbia saputo dell'infortunio di Duncan per questo motivo. Oppure è stato il suo tecnico, Chris Coleman, a parlarne con il suo connazionale Gareth Bale. Rimane il fatto che si tratta di un gesto fantastico.

Duncan Watmore - che lo scorso anno si è anche laureato a pieni voti in Economia e Management alla Newcastle University - sa insomma come farsi volere bene. La strada verso il nuovo rientro in campo è ancora lunghissima. Ma la salita, con un sostenitore come il Real a fare il tifo, sarà sicuramente un po' più leggera.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.