Champions League, ko a Rotterdam e nessun aiuto da Pep: Napoli fuori

La squadra di Sarri retrocessa in Europa League: con il Feyenoord finisce 2-1 e il Manchester City perde in casa dello Shakhtar Donetsk.

Hamsik, l'immagine del Napoli eliminato dalla Champions League

437 condivisioni 41 commenti 0 stelle

di

Share

Niente da fare, il sogno del Napoli di accedere agli ottavi di finale di Champions League si interrompe e la squadra di Sarri dovrà ridimensionare le proprie ambizioni europee stagionali, adattandole all'Europa League. Il club azzurro doveva vincere e sperare, ma alla fine non si sono esaudite nessuna di queste due condizioni. A Rotterdam finisce 2-1 per il Feyenoord, stesso risultato con il quale lo Shakhtar ha regolato il Manchester City.

Il gol dopo neanche due minuti di Zielinski sembrava poter rendere memorabile la serata di Champions League, ma a spegnere l'entusiasmo ci hanno pensato già a metà primo tempo le notizie in arrivo da Donetsk e poi quelle live da Rotterdam, con la rete del pareggio di Jorgensen.

Non arriva così la vittoria, né tantomeno la speranza della viglia diventa realtà. Affidarsi al Manchester City senza stimoli e pieno di alternative in realtà era già in partenza un azzardo, ma il doppio colpo dello Shakhtar Donetsk nel giro di sei minuti (26' e 32') apparso sugli smartphone, tenuti costantemente sotto controllo dai tifosi del Napoli arrivati in Olanda e in panchina da alcuni collaboratori di Maurizio Sarri, ha di fatto reso completamente inutile la partita del de Kuip, così come il gol del 2-1 di Aguero su rigore in pieno recupero.

Napoli fuori dalla Champions League

Anche perché mentre in Ucraina Aguero segnava il gol della bandiera, a Rotterdam ci ha pensato St. Juste a completare la rimonta olandese e chiudere la partita sul 2-1 per il Feyenoord. Tutto d'altronde era finito già nel primo tempo, al Napoli non serve nemmeno recriminare per un calcio di rigore non concesso al 37 dopo un fallo in area su Callejon.

In quel momento le notizie in arrivo da Donetsk avevano già seppellito abbondantemente le speranze dei tifosi azzurri andati al de Kuip, che comunque hanno continuato a sostenere e incoraggiare la propria squadra.

Il Napoli chiude la gara anche in superiorità numerica per via dell'espulsione all'83' (doppia ammonizione) di Vilhena. Altro dato da consegnare alle statistiche, ma che non cambia in alcun modo il risultato finale. La squadra di Sarri aveva sognato di arrivare agli ottavi di finale di Champions League insieme a Roma e Juventus, cancellando il passo falso proprio in Ucraina nella prima partita del girone. L'avventura fuori dai confini italiani, però, la dovrà continuare in Europa League. Purtroppo per il calcio italiano una magra e amara consolazione.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.