Champions League, Atletico Madrid: l'eliminazione costerà 30 milioni

Simeone è dispiaciuto, ma non molla: "Per noi si apre una nuova sfida". L'uscita dalla Coppa, però, avrà pesanti conseguenze sulla casse del club.

410 condivisioni 9 commenti 5 stelle

di

Share

Per come erano messe le cose prima dell'ultimo turno della fase a gironi, l'Atletico Madrid aveva davvero poche chance di conquistare la qualificazione agli ottavi di finale della Champions League. Occorreva una congiunzione astrale di risultati favorevoli paragonabili a un 13 al Totocalcio.

I Colchoneros, infatti, erano obbligati a vincere a Stamford Bridge contro un Chelsea che, già qualificato, puntava comunque al primo posto nel girone, ma al contempo dovevano sperare che la cenerentola Qarabag fermasse la Roma all'Olimpico.

Non che i ragazzi di Di Francesco abbiano fatto faville, ma la rete di Perotti, giunta all'inizio del secondo tempo, aveva rappresentato il minimo sindacale per i giallorossi e scritto la sentenza contro le speranze dei rojiblancos. Il gol di Saul aveva comunque provato a tenere accesa la fiammella della speranza, ma la sciagurata marcatura su Hazard, che aveva portato all'autorete del pareggio per i Blues, aveva chiuso definitivamente il discorso.

Champions League, Atletico Madrid: l'eliminazione costerà 30 milioni

Un terzo posto nel girone che, dopo quattro stagioni di Champions League nelle quali ha raggiunto due finali, riporta l'Atletico Madrid in Europa League, con conseguenze pesanti nelle casse societarie. Nella scorsa edizione della massima rassegna continentale, infatti, il club aveva incassato 60 milioni, mentre quest'anno è fermo a 16,2, cui andranno ancora aggiunti gli introiti derivanti da market pool e ticketing, per una perdita totale che si aggirerà intorno ai 30 milioni di euro.

A fine match Diego Simeone non poteva ovviamente avere la faccia dei giorni migliori, ma il Cholo ha dimostrato comunque di saper voltare pagina:

Abbiamo fatto più punti con la prima che con l'ultima del girone: ancora non mi spiego come abbiamo fatto a non battere il Qarabag. Comunque la stagione è lunga e anche se siamo fuori dalla Champions League, siamo in corsa in tre competizioni. Ciclo finito? Al contrario: per noi si apre una nuova sfida.

Diego Simeone

Parole di incoraggiamento che il tecnico ha voluto indirizzare soprattutto al proprio spogliatoio. Poche settimane fa, infatti, Gabi cercava così di allontanare l'ipotesi eliminazione:

Andare in Europa League al momento sarebbe veramente una me**a.

Alla ricerca del tris

L'ultima partecipazione dell'Atletico Madrid all'Europa League risale al febbraio 2013, quando fu eliminato dal Rubin Kazan, mentre la stagione precedente i Colchoneros, già guidati da Simeone, avevano vinto il trofeo battendo in finale l'Athletic Bilbao. Fu il bis del successo del 2010 quando, con Sanchez Flores in panchina, l'Atletico aveva avuto ragione del Fulham in una finale decisa ai tempi supplementari.

Chi vincerà la Champions League 2017/2018?

Vota

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.