Calciomercato Milan, da Aubameyang a Belotti: gli scenari in attacco

In questa prima metà di stagione il Milan ha dimostrato di avere diversi problemi in attacco: Kalinic non ingrana ancora. Si pensa di nuovo ad Aubameyang e Belotti.

542 condivisioni 36 commenti 2 stelle

di

Share

Non nuove ma buone. Il Milan ha alcune idee per il calciomercato. Non sono recentissime, perché, specie per l'attacco, sono le stesse che aveva già in estate, ma sono legati a nomi forti, che farebbero nuovamente sognare la piazza. Giocatori inseguiti a lungo, ma che poi non sono venuti, e che ora, per un motivo o per un altro, tengono il broncio.

C'è per esempio Belotti. Durante la finestra estiva del calciomercato il presidente granata Urbano Cairo è stato chiaro: per prenderlo servivano 100 milioni. Il Milan ha provato a trattare, ma non c'è stato nulla da fare. Ora però, come riportato da Tuttosport, c'è un problema legato al suo contratto.

L'accordo fra il giocatore e il club scade nel 2021. C'è quindi tempo. Ci sarebbero però dei gravi ritardi nell'adeguamento pattuito in estate. Belotti si aspettava un aumento d'ingaggio, per arrivare a guadagnare (bonus compresi) circa 3 milioni. Per ora però la situazione è ferma e il giocatore non è felice.

Calciomercato Milan, gli affari in attacco

Il Milan cercherà quindi un nuovo affondo, per provare a strappare Belotti al Torino. In casa rossonera, d'altronde, c'è il problema legato a Kalinic. L'attaccante croato non segna. È arrivato alla fine del calciomercato, occupando il posto che era inizialmente previsto per André Silva. Eppure non segna. Non con continuità. Per questo la speranza del club rossonero è quella che arrivi un'offerta dal Tianjin Quanjian (che lo voleva già un anno fa) per poterlo vendere. Con 30 milioni Kalinic potrebbe partire. E il Milan avrebbe soldi freschi da investire.

Vota anche tu!

Chi sarebbe il colpo giusto per il Milan?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

I rossoneri infatti puntano con forza ad Aubameyang, che ha rotto definitivamente con il Borussia Dortmund. L'attaccante africano non ha un buon rapporto con i compagni (che si lamentano dei suoi ritardi agli allenamenti e che lo hanno accusato di essere il responsabile della rimonta dello Schalke da 0-4 a 4-4), non ce l'ha con l'allenatore (che lo ha sospeso) e nemmeno con i dirigenti.

Per questo potrebbe lasciare i gialloneri già nel calciomercato invernale. E il Milan ci spera. Perché i rossoneri hanno diverse idee da concretizzare. Non nuove, ma comunque buone...

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.