NFL: dominio Wilson sugli Eagles, Vikings in vetta, Saints da corsa

Gli Eagles arrestano la striscia a Seattle per mano di Wilson e le vittorie di Vikings, Saints e Rams accorciano la classifica in vetta per un finale tutto da gustare.

Prova da MVP per il quarterback dei Seahawks

27 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Aspettavamo il Sunday Night come l’oracolo di settimana e i Seattle Seahawks lo hanno controllato per 60 minuti grazie a un Russell Wilson stellare. Ha chiuso il match nel quarto periodo con il touchdown vincente per McKissic diventando il migliore ogni epoca a quota 15 passaggi vincenti nell’ultimo quarto di gioco, andando a sedersi nel tavolo di Eli Manning (2011) che può superare già la prossima settimana. Ha inscenato dei veri e propri numeri di escapologia sulla pass rush degli Eagles e ha soprattutto messo in apprensione la difesa quando nel primo quarto ha fatto capire che le sua gambe in scramble funzionassero molto bene. Senza valide alternative di terra, ha fatto pensare a Pederson che potesse correre ad ogni azione come fatto all’inizio e poi ha colpito una difesa degli Eagles che soprattutto nella secondaria ha commesso troppe penalità contro ricevitori che non ne richiedevano esattamente la necessità. 

Seattle è partita forte come non è quasi mai capitato in questa stagione, così come il fatto che gli Eagles partissero lenti, ma nonostante questo Wentz ha tenuto le redini del gioco molto salde e se non fosse stato per quel fumble su un touchdown quasi fatto, si sarebbe potuto parlare di un’altra partita. Questi due quarterback potrebbero ritrovarsi anche più avanti e lo speriamo perché lo spettacolo espresso è stato di alto livello.

A livello cinematografico è stata di ben altra fattura la partita tra Falcons e Vikings che ha incoronato gli ospiti in viola come miglior squadra della lega, record alla mano. La difesa ha letteralmente messo la museruola a un attacco che ogni tanto si dimentica di essere al tritolo, tenendo Coleman e Freeman sotto le 100 yards di corsa combinate. Ma con 275 yards totali l’una e 315 l’altra, difficilmente possiamo parlare di una partita da ricordare, anche se quando si rendono spigolose diventa automaticamente il terreno dei Vikings, che con un Keenum essenziale e sempre preciso (25-30 per 277 yds e 2 TD) hanno trovato il giusto varco per guardare tutti dall'alto. Atlanta perde un’altra occasione e ora si trova a rincorrere ancora i Panthers e dei Saints ormai in fuga .

Il talento debordante di Alvin Kamara

NFL, Saints pronti per lottare, Raiders e Chargers ci credono

Sono proprio i Saints a fare loro una partita importantissima per la NFC South, staccando le dirette concorrenti. La convincente vittoria conseguita contro i Carolina Panthers in una partita controllata sin dai primi minuti, è una vera e propria prova di forza. Ogni qualvolta Newton e i suoi provassero a riavvicinarsi, arrivava la stoccata di risposta con un Kamara ancora inarrestabile (126 yds all purpose e 2TD) e una degna spalla in Mark Ingram. 

Brees ha guidato la truppa con la sua solita leadership, vivisezionando la difesa dei Panthers e colpendola con precisione svizzera, mettendo in mostra quanto i Saints siano indigesti (seconda sconfitta stagionale), oltre alle evidenti difficoltà contro i top team della lega. C’è tempo per rimediare, ma anche l’impressione che i Panthers siano un passo indietro rispetto a Saints, Vikings e Eagles.

Nelle altre partite c’è da registrare la partenza di Geno Smith per i New York Giants (secondo quarterback della storia a lanciare un TD con Jets e Giants), con Eli Manning in panchina ad aiutare mentre l'offensive coordinator Ben Mcadoo e il Gm Jerry Reese stavano già facendo le valigie. È notizia dell'ultim ora che dovrebbe tornare titolare dalla prossima partita. Nonostante questo alla fine a spuntarla sono gli Oakland Raiders che si tengono aperte diverse speranze di postseason nonostante una qualità di gioco ampiamente da rifinire. Nella AFC West è una corsa a chi inciampa meno e con anche i Chargers a quota 6-6, sarà lotta vera con Rivers che al momento ha una marcia in più (settima squadra della storia partita 0-4 e arrivata 6-6 dopo 12 partite).

Jared Goff continua a macinare vittorie

Kansas City non sa più vincere, i Rams fanno paura

Non ha fine la crisi dei Kansas City Chiefs che perdono anche a casa dei New York Jets mettendo in scena una prestazione mediocre. Nonostante Tyreke Hill sia tornato ai suoi livelli con sei ricezioni, 185 yards e due TD seminando costantemente i propri marcatori, sono stati commessi puerili errori difensivi che hanno permesso ai non irresistibili Jets di vincerla nel quarto periodo in modo del tutto meritato.

Continua anche la corsa dei Los Angeles Rams (prima stagione positiva dal 2003) che settimana prossima attendono gli Eagles per provare a soffiar loro il secondo posto. Contro i Cardinals è stata una partita tutto sommato controllata sin dal primo quarto chiuso sul 16-0 e da lì mai veramente in discussione.
Emozioni a non finire anche tra Tampa Bay Buccaneers e Green Bay Packers, con la vittoria dei padroni di casa in overtime grazie a una corsa di talento di Jones. Con Rodgers sulla sideline e ipoteticamente pronto per rientrare tra due settimane, i Packers raccolgono orgoglio e ultime forze per tenere in vita una stagione sfortunata.  

Risultati:
Redskins@Cowboys 14-38
Vikings@Falcons 14-9
Patriots@Bills 23-3
49ers@Bears 15-14
Buccaneers@Packers 20-26 OT
Texans@Titans 13-24
Broncos@Dolphins 9-35
Chiefs@Jets 31-38
Colts@Jaguars 10-30
Lions@Ravens 20-44
Browns@Chargers 10-19
Giants@Raiders 17-24
Panthers@Saints 21-31
Rams@Cardinals 32-16
Eagles@Seahawks 10-24
Steelers@Bengals 23-20

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.