Atletica, Sondre Nordstad Moen: record europeo della maratona a Fukuoka!

Il norvegese si è imposto stabilendo il record europeo in uno strepitoso 2h05’48”: il 27enne ha mancato di 30'' il record del percorso di Tsegaye Kebede.

Sondre Nordstad Moen

19 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Il ventisettenne maratoneta norvegese Sondre Nordstad Moen si è imposto alla Maratona giapponese di Fukuoka stabilendo il record europeo correndo in uno strepitoso 2h05’48”. Lo scandinavo ha mancato di soli 30 secondi il record del percorso detenuto dall’etiope Tsegaye Kebede con 2h05’18”. Lo scandinavo ha cancellato il precedente primato continentale della distanza detenuto in comproprietà dal francese Benoit Zwierzchlewski (Parigi 2003) e dal portoghese Antonio Pinto, che si impose in occasione del successo a Londra nel 2000.

Il turco di origini keniane Kaan Kigen Ozbilen ha corso in 2h06’10” a Seul nel marzo 2016 ma il tempo non è stato omologato a fini statistici come primato continentale. Moen ha corso la seconda metà gara in 1h02’29, frazione più veloce rispetto alla prima metà gara corsa in 1h03’19”. Il norvegese allenato dal tecnico piemontese Renato Canova e seguito dalla manager trentina Chiara Davini (collaboratrice da anni di Gianni Demadonna) ha firmato la prima prestazione della storia per un atleta europeo e primo non africano al di sotto delle 2h06’.

Moen debutto in maratona a Firenze nel 2015 dove si classificò quarto in 2h12’54”. A Fukuoka ha disputato la quarta maratona della sua carriera. Moen ha preso parte alle Olimpiadi di Rio dove si è classificato diciannovesimo nella maratona. Nel corso del 2017 ha vinto la maratona di Hannover in 2h10’07” lo scorso aprile e ha stabilito la seconda migliore prestazione europea di sempre sulla mezza maratona con 59’48” a Valencia (solo Mo Farah ha fatto meglio con 59’32”). Nella storia della mezza maratona Moen è stato il quarto atleta europeo della storia a scendere sotto i 60 minuti. Lo scorso agosto Moen fu eliminato in batteria sui 5000 metri ai Mondiali di Londra dove corse la distanza in 13’31”71 (a undici secondi dal suo record personale su questa distanza). In pista ha vinto il titolo europeo under 23 sui 10000 metri nel 2011 a Tallin.

Sondre Nordstad Moen
Sondre Nordstad Moen

Atletica, maratona di Fukuoka: Sondre Nordstad Moen da record 

In carriera vanta anche due medaglie agli Europei di cross: secondo tra gli juniores nel 2008 a Bruxelles e terzo tra gli under 23 a Velenje nel 2011. Nell’ultima stagione in pista ha realizzato i suoi record personali sui 3000 metri in 7’52”55 a Nembro, sui 5000 metri in 13’20”16 a Heusden Zolder e sui 10000 metri a Ostrava in 28’15”12. Moen prosegue l’anno d’oro dell’atletica norvegese dopo il titolo mondiale sui 400 ostacoli di Karsten Warholm a Londra e i successi dei fratelli Filip e Jakob Ingebrigtsen, rispettivamente bronzo sui 1500 metri ai Mondiali di Londra e doppio oro agli Europei Under 20 di Grosseto sui 5000 metri e sui 3000 siepi.

Sondre Nordstad Moen
Sondre Nordstad Moen

Sondre Nordstad Moen:

Ero fiducioso di poter correre in 2h07’ o in 2h06’ ma non mi sarei mai aspettato di fermare il cronometro in 2h05’. Le condizioni climatiche erano ottime e i pacemaker hanno svolto un ottimo lavoro. Nei chilometri finali avevo ancora molte energie in corpo. Tra il 36 e il 37 km ho sentito alcuni dolori ma ho cercato di tenere un ritmo regolare. Al 40 km (passaggio in 1h59’23) ero fiducioso di battere il record europeo. Era la prima volta che correvo una maratona con sei fusi orari di differenza rispetto al mio paese ed è stata una buona esperienza in vista delle Olimpiadi di Tokyo 2020. La mia prossima maratona potrebbe essere la gara degli Europei di Berlino.

Lo scandinavo ha staccato il favorito Bedan Karoki al 36 km prendendo un vantaggio di 12 secondi. Moen ha continuato ad aumentare il suo gap nei chilometri finali. Era dal 2005 che un corridore europeo non si imponeva nella classica nipponica. Nei chilometri finali Karoki è stato superato da Kiprotich e da Osako. Moen ha preceduto l’ugandese Stephen Kiprotich (campione olimpico a Londra 2012 e mondiale a Mosca 2013), che ha tagliato il traguardo in seconda posizione in un ottimo 2h07’10”, secondo miglior tempo della sua carriera.

Il giapponese Suguru Osako è salito sul terzo gradino del podio in 2h07’19” (quinto miglior tempo nazionale all-time precedendo il vice campione del mondo di mezza maratona e di cross Bedan Karoki (2h08’44”). Mesel si è classificato al quinto posto scendendo sotto le 2h10 con 2h09’22” davanti al sorprendente giapponese Daisuke Uekado, sesto in 2h09’27” (record personale migliorato di tre minuti)) e all’altro atleta di casa Yoshiki Takenouchi (2h10’01). Lo stakanovista delle maratone Yuki Kawauchi ha perso il contatto con i primi al diciassettesimo chilometro ma ha concluso tra i primi dieci in nona posizione in 2h10’53”.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.