Serie A, Perisic esalta Spalletti: "È per lui sono rimasto all'Inter"

Il croato, decisivo contro il Chievo con una tripletta, loda il suo allenatore: "Mi ha convinto a rimanere a Milano". Il tecnico: "Con un Ivan così, è tutto più semplice".

Serie A, Perisic trascina l'Inter col Chievo

1k condivisioni 9 commenti 5 stelle

di

Share

La vittoria dell'Inter contro il Chievo, che ha permesso ai nerazzurri di volare da soli al primo posto della classifica di Serie A, ha avuto un protagonista indiscusso: Ivan Perisic. Il croato ha infatti aperto e chiuso le marcature nel 5-0 rifilato ai clivensi, segnando una tripletta.

Vedere l'ex Wolfsburg risultare così decisivo fa sorridere, in particolare se si pensa che solo 4 mesi fa, l'esterno offensivo era al centro di voci di mercato che lo vedevano vicino all'addio per via del forte interessamento del Manchester United. 

Ma dopo aver scelto di rimanere, Perisic è diventato uno dei trascinatori dell'Inter in questo strepitoso inizio di stagione e oggi ha voluto esaltare quello che secondo lui è il vero artefice sia del primato dei nerazzurri che della sua permanenza a Milano, cioè Luciano Spalletti.

Serie A, Perisic trascina l'Inter ed esalta Spalletti: "Mi ha convinto lui a restare"

Perisic, che ha messo a segno la sua prima tripletta in Serie A, ha parlato nelle interviste post-partita dicendosi più contento della vittoria della squadra che della sua prestazione. E parlando del suo allenatore, il croato è stato chiaro: è lui il motivo per cui è rimasto all'Inter nonostante la corte dello United.

Da quando è arrivato, ci ha detto che tutti i giocatori sono importanti e oggi ce lo ha dimostrato. Il mister è importantissimo: è lui che mi ha convinto a non andar via da Milano.

Grazie alle 7 reti messe a segno in stagione, Perisic forma ora con Icardi la coppia più prolifica del campionato, dato che quella composta dagli juventini Higuain e Dybala è ferma a quota 22 gol, una in meno rispetto al tandem nerazzurro. Ed è proprio in casa dei bianconeri che l'Inter andrà a giocare sabato prossimo, nel big match della 16esima giornata di Serie A.

Abbiamo aspettato a lungo il momento del primato in classifica, ora dobbiamo andare a Torino per battere la Juventus.

Dopo l'incontro col Chievo, ha parlato anche Spalletti: l'ex allenatore della Roma è rimasto soddisfatto dall'ottima prova dei suoi, compresi quelli che hanno giocato meno in questi mesi come Santon, Ranocchia e Joao Mario. E interpellato su Perisic, ha voluto spiegare l'importanza dell'esterno croato per la sua squadra, mostrandosi orgoglioso del suo impegno in entrambe le fasi.

In squadra ci sono tanti professionisti che giocano bene e si impegnano, basta guardare il secondo gol: Perisic pressa e recupera, lanciando Icardi. Se Ivan si mette a disposizione così, correndo per 80 metri, per me diventa tutto più facile.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.