UFC, Ngannou sferra il pugno più potente del mondo: è record!

Da una parte Overeem che sogna la sfida contro Miocic, dall'altra lo sfidante Ngannou che stabilisce il record del pugno più potente del mondo.

1k condivisioni 35 commenti 0 stelle

di

Share

Può capitare, eccome, che prima di un match sull'ottagono dell'UFC si esageri con le parole, si decada in un teatrale trash talking che difficilmente potrebbe essere applicabile in qualsiasi situazione di vita se non a debita distanza di sicurezza. 

A volte il colore e la costruzione del personaggio di ogni fighter di MMA, che sia nel recinto all'UFC o meno, dipende proprio dalla sua abilità retorica, nell'abisso di insinuazioni e cialtronesche affermazioni che si riesce a costruire prima di un match, specialmente se si lotta per qualcosa che conta. 

Stavolta a sfidarsi sono Alistair Overeem, 37 anni, e il franco-camerunense Francis Ngannou, classe '86. Non si tratta proprio di trash talking, i due hanno qualcosa di più di cui parlare prima dell'incontro di stanotte a Detroit, valevole per poter sfidare Miocic, obiettivo titolo campione pesi massimi. Forse Ngannou ha esagerato: ha stabilito il record del pugno più forte di sempre

UFC, due uomini e un super pugno: Ngannou contro Overeem  è anche questo
UFC, due uomini e un super pugno: Ngannou contro Overeem è anche questo

UFC, Ngannou ha sferrato il pugno più forte di sempre?

Il pugno più forte di sempre ok, ma dove, come? Qualcuno chiama Ngannou "The Next Big Thing", una promessa di grandezza. Casa sua ha vista su Las Vegas, che digrada dolcemente, in lontananza il Grand Canyon. Ora sogna in grande, o forse ha sempre sognato in grande, come quando ha cominciato a lavorare a 12 anni in Camerun, con la famiglia straziata dal divorzio dei genitori, lo zio che gli insegna la boxe. Arriva in Francia, è senza casa, senza lavoro, cerca solo la boxe. Forse per questo, alla fine, riesce a produrre questo pugno qui, magari ripensando a questo la potenza cresce, inesorabile. 

Un ricercatore, piuttosto entusiasta a dir la verità, dell'UFC'S Performance Institute a Las Vegas spiega tutto contento: "Il pugno di Frances ha una potenza di 129.000 unità, il record precedente era di 114.000 e apparteneva al kickboxer Tyrone Spong". E termina serafico: "Non è solo un record in questo istituto, questo è un record mondiale". Alla Little Caesars Arena Ngannou se la vedrà con l'olandese di origine giamaicane Overeem, il contendente numero 1 per il titolo dei pesi massimi. Una carriera complicata in UFC, iniziata con la vittoria su Brock Lesnar nel 2011, il test antidoping a sorpresa, il testosterone 10 volte superiore al normale. "The Reem" cerca la rivincita su Miocic dallo scorso anno, quando è stato abbattuto a Cleveland. Non è del tutto preoccupato dal super-pugno di "The Predator" Ngannou

Notizia falsa. Potrebbe essere qualsiasi cosa. Ha il record del pugno più potente, perché io non ho dato un pugno a quella (attenzione, parolaccia ndr) macchina.

Poi, al di là della prevedibile caduta di stile per abbassare la cresta al rivale, in realtà Overeem dimostra di avere rispetto per il contendente, di apprezzare l'innesto e l'iniezione di forze fresche in una categoria che ne ha disperatamente bisogno. Ne gioverà l'intrattenimento, la competizione in toto, il piacere di chi guarda e di chi lotta: 

Sicuramente Ngannou merita quest'incontro. Il ragazzo sembra una bestia. È in una serie vincente di nove combattimenti. Sta andando alla grande, sembra grandioso. Sembra fantastico. Puoi vedere cosa ha fatto, ha tirato quel pugno incredibile. Merita di essere qui e sarà un incontro molto eccitante. Sono nel miglior momento della mia carriera

Overeem sogna un nuovo incontro con Stipe Miocic, lo desidera, ora tra lui e il campione pesi massimi UFC c'è "The Predator", il suo pugno da record, "The Next Big Thing". 10 incontri vinti, di cui 9 di fila, 1 sola sconfitta. E lo tratta come un cucciolo un po' troppo cresciuto: "Non voglio ucciderlo. Non voglio fargli male. Voglio il più spettacolare knockout o la più bella sottomissione possibile". Contro il pugno più potente del mondo servirà qualcosa di incredibile, Overeem lo sa: "Alla fine sono un aggressivo bastardo". Contro il pugno più potente del mondo. Ah, piccola curiosità, se volete caricarvi per l'incontro, non guardate Overeem in questo video: compare più volte come comparsa.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.