Serie A, Sarri: "Grigi contro gialli, credevo di morire prima"

Il tecnico del Napoli analizza il match e si lamenta per il colore delle maglie.

1k condivisioni 145 commenti

Share

Nessuna fuga, niente +7 in classifica. Anzi, la Juventus vince 1-0 al San Paolo contro il suo Napoli e si porta a -1 in classifica. Ma Sarri non si abbatte e non si dispera dopo la sconfitta nel big match del 15esimo turno di Serie A. Ai microfoni di Sky Sport e in conferenza analizza la sfida e rende merito ai suoi: 

Adesso non serve a nulla piangersi addosso. Abbiamo fatto una grande partita, il dominio territoriale è stato addirittura superiore alla partita col Benevento. Semplicemente Mertens, Insigne e Callejon non sono brillantissimi come a inizio anno, altrimenti sarebbe finita diversamente.

Serie A 2017/2018: chi vincerà il campionato?

Vota

A preoccupare è soprattutto la condizione di Lorenzo Insigne, uscito infortunato nel finale di partita: 

Lorenzo ha un'infiammazione al pube che si porta dietro da quando è andato in Nazionale. Mertens non riposa dall'infortunio di Milik. Sulla prestazione c'è poco da dire, possiamo invece parlare di mancanza di brillantezza. Ci restano però 9 mesi di imbattibilità in campionato. 

Inevitabile soffermarsi su Gonzalo Higuain: 

Ha reagito nel riscaldamento e ha esultato in quel modo perché i tifosi del Napoli lo beccano, forse anche ingiustamente visto quello che ha dato qui e come si è comportato. Magari potrebbe fare a meno di rispondere, ma se parliamo di calcio dico che è un fuoriclasse assoluto e se stasera avesse giocato col Napoli sarebbe finita 1-0 per noi.

In chiusura commenta le parole Allegri che lo aveva scherzosamente beccato nel pre-partita:

Spero scherzasse (sì, scherzava, ndr). Io amo così tanto il calcio che non posso ignorare quello che non va, come ad esempio il fatto che 15 anni fa eravamo una potenza mondiale. Dobbiamo vergognarci quando guardiamo il calcio estero. E poi non avrei mai immaginato di vedere Napoli-Juve, grigi contro gialli, una tristezza infinita. Sinceramente, speravo di morire prima

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.