NFL: Dallas resta viva, big match Eagles-Seahawks e la prima senza Eli

Sarà un weekend da ricordare per la NFL: si ferma la striscia di Manning, due big match in NFC e la coppia Patriots-Steelers pronta ad approfittarne.

Morris guida i Cowboys alla vittoria.

29 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Si diceva a inizio stagione che la NFC East sarebbe stata una delle division con più potenziale in assoluto e invece grazie alla vittoria dei Dallas Cowboys per 38-14 sui Washington Redskins, gli Eagles sono un risultato positivo dal chiudere il discorso. L’emblema della difficoltà per le due squadre in campo nell’NFL Thursday Night Football è un primo tempo da film degli orrori con due fumble di Cousins e Crowder, un intercetto dello stesso Cousins e la prima catena mossa dai Cowboys con 39” sul cronometro del primo quarto. 

La partita non verrà certo consegnata ai posteri come la più spettacolare della stagione, ma i Cowboys avevano assoluto bisogno di portarla a casa raggiungendo di nuovo il 50% di vittorie e tenendo così aperto uno spiraglio per la postseason. Anche quando arrivano le segnature la partita non decolla e le uniche azioni degne di nota del match sono punt return to the house di Switzer e la classe di Dez Bryant che diventa il recordman ogni epoca di franchigia per touchdown ricevuti (72) vincendo praticamente tutti gli scontri uno contro uno in redzone, convertendo con una segnatura e una pass interference che ha propiziato poi quella di Morris.

La giornata di football però avrà modo di regalarci diverse partite che hanno un altissimo tasso di appeal. Il big match di giornata è senza dubbio il Sunday Night di Seattle dove i Seahakws che quest’anno hanno viaggiato a correnti piuttosto alternate, ospitano la miglior squadra NFL, ovvero i Philadelphia Eagles. Sarà un test importante per entrambe le squadre con Russell Wilson che dovrà orchestrare un attacco spesso strozzato contro la miglior difesa della lega contro le corse (761 yards concesse) e la sesta in assoluto, che però a sua volta dovrà guardarsi da una pattuglia offensiva tra le più talentuose a disposizione. Wentz sarà chiamato a scannerizzare una legion of boom ormai monca, ma che sicuramente non si farà impressionare dagli avversari come già specificato nelle dichiarazioni pre partita. Si preannuncia uno scontro ad altissimo livello e una partita letteralmente cruciale più per i padroni di casa che per gli ospiti.

Sempre nella seconda serata ci sarà anche la prima partita per i New York Giants senza Eli Manning dietro il centro interrompendo così una striscia di 120 apparizioni consecutive. Il leader dei Giants lascerà il posto a Geno Smith come riportato in settimana dalla stessa società. La dinastia dei Manning potrebbe essere al capolinea e il due volte campione del mondo non è riuscito a mascherare la commozione, supportata anche dall’indignazione di molti colleghi che ritengono i Giants irriconoscenti verso il loro giocatore più rappresentativo. Eli non è stato solo il simbolo della franchigia, ma dal suo esordio a oggi ha lanciato il 99% dei passaggi che sono andati in aria della sua squadra...una vera e propria icona.

La sfida Newton-Brees

NFC South: la division più dura della NFL

L’altro grande match di giornata è quello tra Vikings e Falcons, con Minnesota che ha la seconda difesa sulle corse della NFL e dovrà mettere pressione su una batteria formata da Ryan, Coleman, Freeman e il recordman Julio Jones, in grado di sovrastare qualsiasi avversario. Come per il game of the week, sarà un bel test per entrambe le squadre, perché i Vikings potranno testare la loro capacità di giocare partite ad alto tasso di tensione in un momento della stagione in cui ci si appresta a giocare sempre con il coltello tra i denti e se i Falcons sono già abituati a questi, non hanno visto scemare la loro fame dopo un Super Bowl sfumato nel peggiore dei modi.

C’è altissimo interesse anche per il match tra Panthers e Saints, due squadre appaiate a 8-3 di record e che lottano per la supremazia divisionale nella NFC South in quello che somiglia molto a un elimination game che vive all’ombra dell’aggancio dei Falcons. La solidità dei Panthers con il plus valore Cam Newton, contro la potenza di fuoco dei Saints che hanno l’offensive rookie of the month in Alvin Kamara che sta attraversando un periodo di forma incredibile. Sulla carta sono ben più facili gli impegni per i Patriots contro i Bills e per gli Steelers contro i Bengals, che potrebbero così agganciare la testa della lega e soprattutto continuare a braccetto il dominio nella AFC.

Russell Wilson al test Eagles

Il programma di Fox Sports

Il weekend è, come detto, molto ricco e la proposta di Fox Sports con il trittico di partite live non può che essere dello stesso livello. Si parte con Atlanta Falcons-Minnesota Vikings nella classica apertura di giornata alle ore 19 in diretta su Fox Sports Plus. La serata domenicale poi prosegue con il piatto forte della seconda serata, dove alle 22.15 sempre live e sempre su Fox Sports Plus vi proporremmo lo scontro tra New Orleans Saints e Carolina Panthers.

La classica chiusura di giornata è dedicata al Monday Night Football che vede di fronte i lanciatissimi Pittsburgh Steelers e i Cincinnati Bengals in uno scontro divisionale dalla grande tradizione, ma anche da pronostico piuttosto chiuso. Sarà un'altra giornata di NFL da vivere con Fox Sports, senza perdere di vista gli approfondimenti durante la settimana all'interno di USA Sport today.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.