Premier League, Everton: quando per lo sponsor sei... "senza speranza"

Uscita a vuoto dello sponsor SportPesa che definisce con un tweet "senza speranza" i Toffees e prende in giro il nuovo allenatore Allardyce.

Wayne Ronney deluso dopo la sconfitta contro l'Atalanta in Europa League

783 condivisioni 1 commento

di

Share

Ci sono momenti in una stagione dove non funziona nulla. Dove ti senti solo e criticato da tutti. Forse è così che si sentono i giocatori dell'Everton. Una stagione iniziata bene, benissimo con un calciomercato faraonico con più di 158 milioni spesi, secondo solo a quello del Milan che di milioni ne ha spesi 194. Tante aspettative create tra i tifosi e tra gli addetti ai lavori che avevano definito la squadra di Koeman la possibile sorpresa del campionato.

E la sorpresa l'Everton l'ha fatta, a tutti. Dopo quattordici giornate si trova al tredicesimo posto in Premier League. Inaspettato. Già, perche la rosa costruita dalla proprietà era (ed è) più che competitiva. Tolto il ritorno a casa di Wayne Rooney, ci sono stati tanti grandi acquisti: Sigurdsson, Klassen e Pickford su tutti. Eppure dopo più di quattro mesi dall'inizio della stagione 2017/18, oltre al campionato, in cui si naviga in acque grige, sono stati cambiati due allenatori (licenziato Koeman la squadra era stata affidata ad Unsworth e poche ore fa è cambiata la guida tecnica ora affidata all'ex ct della nazionale inglese, Allardyce) e in Europa League è praticamente eliminato da due giornate. 

Ora i giocatori e la società stanno facendo muro attorno a loro, ma a volte il nemico... è in casa. Prima della convincente vittoria contro il West Ham un tweet ha scosso l'ambiente. E a montare la polemica è stato lo sponsor tecnico dell'Everton, SportPesa. Un'uscita infelice su Twitter di cui si sono pentiti quasi subito rimuovendo il tweet incriminato.

Delusione dei giocatori dell'Everton dopo la sconfitta in Europa League contro l'Atalanta settimana scorsa

SportPesa critica la stagione dell'Everton, 13° in Premier League 

Il tweet di Sport Pesa contro Everton e Allardyce poi eliminato

Un tweet ironico e poco gradito soprattutto perché arriva da chi dovrebbe difendere il proprio investimento. SportPesa ed Everton quest'anno hanno firmato il più grande accordo di sponsorizzazione nella storia del club, ma non è la prima volta - in questa stagione - che lo sponsor si rende protagonista di uscite infelici verso il club. Il mese scorso si sono dovuti scusare nuovamente per un tweet che sembrava celebrare la vittoria dell'Arsenal per 5-2 sull'Everton.

Ben fatto #Gunners! Una super regalo da parte dei giocatori per il compleanno del vostro allenatore! #MadeOfWinners

Dopo quella partita Koeman fu licenziato. Questa volta a far infuriare la società è stata anche la grottesca presa in giro al nuovo allenatore Sam Allardyce che balla sulle note della nota canzone di Rihanna "We found love in a hopeless place". Insomma un tweet che invita l'allenatore a stare attento perché quest'anno l'Everton è "senza speranza". Goliardia sì, no, forse. Il problema è che la frase arriva direttamente dalla schiera di chi dovrebbe avere a cuore le sorti della squadra e sostenere il proprio investimento e i giocatori in un momento così delicato. Il tweet è stato quasi subito rimosso, ma il danno ormai era fatto. Nel turno infrasettimanale poi l'Everton ha vinto agevolmente per 4-0 contro il West Ham rispedendo al mittente le accuse di essere sanza speranza.

Allardyce per risalire

La società del Presidente Farhad Moshiri ha puntato sull'ex allenatore della nazionale inglese per risalire la china in Premier League. Una scelta che ha richiesto tempo e arriva più di un mese dopo l'esonero di Ronald Koeman. Tanti i problemi da risolvere per Allardyce che dovrà ridare un'anima all'Everton e un'idea di gioco spesso inesistente. Soprattutto data la giovane età della rosa a disposizione dell'allenatore. Ritrovare e rivitalizzare giocatori come Klassen, ai margini del progetto, Sigurdsson (miglior assistman della scorsa Premier League) e risolvere il caso Ross Barkley ancora ai box ma presto pronto per tornare in campo.

Sam Allardyce ieri sera al Goodison Park a vedere l'Everton

L'importante sarà liberare la squadra dalle pressioni e tranquillizzare l'ambiente scosso da queste prestazioni altalenanti e spesso poco convincenti. L'obiettivo sarà risalire e tornare ad occupare quelle posizioni in Premier League che spettano al blasone e alla storia della società. La compattezza sarà fondamentale per sostenere la squadra e dovranno essere bravi tutti a creare il giusto clima. Sponsor compresi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.