Premier League, 14^ giornata: risultati, classifica e prossimo turno

Manchester City sempre più saldo al comando, lo United espugna il campo del Watford, vincono Chelsea, Liverpool e Arsenal, mentre il Tottenham frana a Leicester.

569 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ormai in Premier League cominciano a chiamarlo "Sterling Time". Quando il match si avvicina alla fine lui entra in carburazione, gli avversari lo sanno, ma sembra che non ci sia modo di fermare l'esterno del Manchester City che in campionato ha già segnato cinque volte nei minuti finali, quando non in pieno recupero: gol pesantissimi che hanno fruttato ben 7 punti ai Citizen. Gli ultimi due Raheem li ha portati ieri sera con una prodezza che al 96' non ha lasciato scampo a Forster in coda a una partita in cui il City non era parso affatto brillante.

Il risultato che fa più rumore nella 14ma giornata del campionato inglese, però, è la sconfitta senza se e senza ma del Tottenham a Leicester, in un match che un anno e mezzo aveva ben altri significati. E se per l'occasione le Foxes hanno rispolverato il duo Mahrez-Vardy - loro i due gol dei padroni di casa - gli Spurs sono parsi l'ombra di se stessi e la rete di Harry Kane nel finale è servita solo per onorare un match Grandi Firme.

Vincono tutte le altre squadre nelle prime posizioni della classifica: il Manchester United fa la cicala sul campo del Watford e rischia la beffa prima di chiudere 2-4, il Chelsea non brilla ma intasca i tre punti casalinghi contro lo Swansea, l'Arsenal certifica la propria rinascita sotterrando l'Huddersfield 5-0 con doppietta di Giroud e il Liverpool passa a Stoke grazie a un Salah straripante, sempre più saldo in testa alla classifica dei marcatori.

Premier League: i risultati del 14^ turno

Ma la Premier League non è tutta qui. C'è anche e soprattutto il ritorno al gol di Wayne Rooney, che non segnava da oltre un mese: ieri, sotto gli occhi di Sam Allardyce - che si fregava le mani in tribuna e non soltanto per il freddo - ne ha fatti tre nel 4-0 con cui l'Everton ha liquidato un West Ham sempre più in crisi.

Non ci sono più aggettivi per un Burnley che si mantiene attaccato al treno delle prime andando a vincere sul terreno del Bournemouth: 1-2 con reti di Wood e Brady prima del gol della bandiera di King. Due pareggi, infine, per le ultime quattro squadre rimaste: reti inviolate fra Brighton e Crystal Palace e un movimentato 2-2 fra Wba e Newcastle, dopo che i padroni di casa avevano accarezzato il colpaccio.

La classifica dopo 14 giornate

Mourinho ci ha sperato fino al 96', ma la rete di Sterling ha riportato il Manchester City a più 8 (40 punti) sullo United nella classifica di Premier League. Seguono Chelsea con 29, Arsenal 28 e Liverpool 26. A 25 sale il Burnley che supera il Tottenham, fermo a 24 dopo la sconfitta di Leicester. In coda, la tripletta di Rooney dà ossigeno all'Everton che si allontana dalla zona rossa e sale a 15 punti raggiungendo Huddersfield e Newcastle, mentre tremano West Ham (10) e Swansea, ora ultimo a 9 punti in compagnia del Crystal Palace.

Prossimo turno: le partite della 15^ giornata

Fra gli otto match del prossimo turno di Premier League che si giocheranno sabato spicca sicuramente Arsenal-Manchester United che, oltre a valere per le prime posizioni della classifica, riproporrà l'eterno scontro fra i cordiali nemici Wenger e Mourinho, in attesa dell'ultimo match di domenica, quella che dovrebbe essere poco più di una formalità per il Manchester City, opposto in casa al West Ham. Impegni agevoli, almeno sulla carta, per Chelsea e Liverpool che dovranno vedersela rispettivamente con Newcastle e Brighton, mentre Watford-Tottenham è al momento un match che vale il centro della classifica. L'Everton è subito chiamato a confermarsi contro l'Huddersfield e così il Leicester contro la sorpresa Burnley. Scontri diretti per la salvezza sono Stoke-Swansea e Wba-Crystal Palace, con Bournemouth-Southampton a chiudere il turno.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.