Premier League, Mourinho ai suoi: "Avremmo potuto fumarci un sigaro"

Al termina della sfida contro il Watford, lo Special One ha bacchettato i suoi.

300 condivisioni 1 commento

di

Share

Aver vinto con merito, segnando ben quattro gol a una delle squadre più organizzate e in forma della Premier League, non gli è bastato. La punizione di Ashley Young, gli assist e i gol di Lingard, la conferma Martial: nonostante tutte queste note positive, José Mourinho ha trovato il modo di criticare i suoi giocatori in conferenza stampa.

Mentre tutti si sono concentrati sulla facilità con la quale il Manchester United riesce a trovare il gol in questa stagione di Premier League, caratteristica che solitamente non appartiene alle squadre di Mourinho, il portoghese ha evidenziato il calo di concentrazione avuto dalla squadra nel finale di partita, che ha permesso agli Hornets di recuperare una buona parte dello svantaggio maturato.

Fino al 77', il Manchester United era riuscito ad amministrare perfettamente lo 0-3, salvo poi disunirsi quando il Watford, grazie a un rigore di Deeney, è riuscito ad accorciare. Nel concitatissimo finale di partita, i padroni di casa sono riusciti a segnare ancora con Doucouré, prima del gol del definitivo 2-4 di Lingard

L'esultanza di Lingard difronte ai tifosi del Manchester United

Premier League, Mourinho: "Potevamo fumarci dei sigari, e invece..."

Nel secondo tempo loro si sono aperti e avremmo potuto segnare altri 3 o 4 gol. Abbiamo sbagliato tante occasioni e siamo stati puniti nel finale. Quando Deeney ha segnato il rigore dell'1-3, la partita è cambiata completamente. Avremmo potuto vincere in scioltezza, fumandoci dei sigari e invece ci siamo complicati la vita.

Con queste parole Mourinho ha commentato la vittoriosa sfida contro il Watford. Il manager portoghese si è detto felice per i tre punti conquistati quanto dispiaciuto per l'eccessivo calo di concentrazione avuto dalla squadra nei minuti finali. A sole due settimane dal derby contro il Manchester City, lo Special One sa benissimo che la sua squadra non potrà più permettersi un atteggiamento di questo tipo. 

La gioia dei giocatori del Manchester United dopo il gol dello 0-2 di Young

Perdere la sfida contro Guardiola all'Old Trafford, come del resto è capitato la scorsa stagione, vorrebbe dire allontanarsi sensibilmente dalla Premier League e concentrarsi sulla fase finale della Champions League che vedrà il Manchester United alle prese con le migliori realtà del panorama calcistico europeo

Ma il ritorno di Ibrahimovic e Pogba, l'ottimo stato di forma di giocatori come Martial, Lingard e Rashford e una sempre maggiore continuità nei risultati, sono tre aspetti che permettono a Mourinho di guardare al futuro con ottimismo. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.