Serie A, Dani Alves: "Il calcio italiano deve cambiare"

Il terzino brasiliano ha parlato in occasione del Gran Galà del Calcio.

961 condivisioni 102 commenti

Share

Ha fatto ritorno in Italia, Dani Alves. No, nessun ripensamento. Il brasiliano sta bene e si diverte al Paris Saint-Germain ma ha rimesso piede nel Belpaese per partecipare al Gran Galà del Calcio, dove è stato premiato per la scorsa stagione, la prima e unica con la maglia della Juventus.

Come al solito non è stato banale, anzi. Ai microfoni di Sky ha analizzato lucidamente il momento del calcio italiano ed è tornato sull'addio alla Juve: 

Con i miei compagni ne avevo già parlato, sono andato via perché il calcio italiano deve cambiare e migliorare. Nel resto del mondo il calcio sta cambiando, in Italia no. Non basta la storia. Alla Juve non ero felice come lo sono sempre, volevo fare di più ma non era semplice per me. Al Paris Saint-Germain sono tornato a essere felice, sono libero di fare del mio meglio e questo mi rende contento. 

Mi aspetto un cambiamento dal movimento calcistico italiano, visto anche quello che è successo alla Nazionale. Ma il problema non è l'allenatore o il singolo, è del calcio in generale. Si è abbassato il livello, le squadre italiani forti in Europa non ci sono più. Tutti dovrebbero prendere esempio dal Napoli, una squadra che mi piace molto. La loro filosofia aiuta il calcio italiano, difende la parola "calcio". Serve divertimento oggi. 

Serie A 2017/2018: chi vincerà il campionato?

Vota

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.