Si affida ai social, Vincenzo Montella, per congedarsi dal Milan e commentare l'esonero. La sua avventura è giunta al capolinea dopo lo 0-0 maturato a San Siro contro il Torino, un risultato che non è andato giù alla dirigenza rossonera. Al suo posto è stato scelto Gennaro Gattuso, che lascia la panchina della Primavera ad Alessandro Lupi. 
Montella ha guidato il Milan in 64 partite ottenendo 32 vittorie. In questa stagione il suo bilancio è negativo: 6 vittorie, 2 pareggi e 6 sconfitte valgono un anonimo settimo posto condiviso con Chievo e Bologna. Su Twitter il tecnico ha salutato così l'ambiente.  
 
All'uscita da Milanello, Montella ha parlato anche ai microfoni dei cronisti presenti: 
Sono dispiaciuto, in momenti simili la colpa è soltanto dell'allenatore. Porterò sempre il Milan nel cuore, è la squadra che tifo sin da bambino. Abbiamo vinto una coppa e siamo tornati in Europa League, dei risultati positivi ci sono. Dispiace per le tempistiche, la squadra mi seguiva e stava crescendo. Ho detto loro di dare l’anima anche per il nuovo allenatore. Questi giocatori meritano di più, sono sicuro che ce la faranno a uscire da questo momento difficile. Credo siano state alzate un po' troppo le aspettative in estate. A volte possono essere pochi centimetri a decidere il destino di un allenatore. In ogni caso auguro il meglio a Rino, un amico, uno di cui ci si può fidare, una persona leale. 

Milan, Berlusconi a Gattuso: "In bocca al lupo!"

Non solo Montella, anche l'ex presidente del Milan Silvio Berlusconi ha cinguettato augurando buona fortuna a Gattuso. 

Qual è il giocatore del Milan più forte di tutti i tempi?

Vota