WWE Starrcade 2017 - Il grande ritorno dell'antenato di WrestleMania

A distanza di 17 anni ritorna il primo Pay-Per-View del wrestling nella storica arena di Greensboro, in North Carolina.

Gli Hardy Boyz con i WWE Hall of Famers e leggende Starrcade, The Rock ‘n’ Roll Express

115 condivisioni 2 commenti

di

Share

Prima non c'erano Wrestlemania, Summerslam, Survivor Series, Royal Rumble e tutti gli altri PPV della WWE che conosciamo oggi. No, prima di tutti loro c'è stato un capostipite, un evento che ha fatto la storia del mondo del wrestling. E questo show risponde al nome di Starrcade. È stato in assoluto il primo PPV dell'allora National Wrestling Alliance (NWA), per poi trasferirsi sotto l'egida della World Championship Wrestling (WCW).

Dal 1983 al 2000 è stato l'appuntamento per eccellenza del mondo del wrestling, in scena ogni anno nel mese di novembre (nelle prime 5 edizioni) e dicembre (tutte le altre). Il primo storico appuntamento, e anche i due successivi, sono andati in scena al Greensboro Coliseum di Greensboro, in North Carolina.

Lì si sono disputati dei match storici, come quelli tra Rick Flair e Dusty Rhodes validi per la NWA World Heavyweight Championship. Ecco perché non è un caso che la WWE, dopo aver acquistato recentemente i diritti di quel PPV, abbia deciso di riproporlo 17 anni dopo l'ultima volta, ripartendo proprio da Greensboro e puntando sui figli, oggi atleti della World Wrestling Entertainment, di coloro che diedero vita a epiche battaglie sul ring. Charlotte Flair e Dustin Rhodes, che per l'occasione si è tolto dal viso i colori di Goldust, hanno rivissuto così i le gesta dei loro genitori, emozionando loro stessi e i tifosi che hanno riempito il Coliseum.

WWE Starrcade 2017

Almeno per questa prima riproposizione da parte della WWE, non si è trattato di un vero e proprio PPV, ma di un Live Show esclusivo di SmackDown, che ha regalato un evento ricco di grandi incontri e piacevoli sorprese intrecciate con la storia di Starrcade. Due incontri del programma sono stati ad esempio degli Steel Cage Match, con in palio i titoli WWE e di campionessa femminile di SmackDown.

A distanza di 34 anni dal primo Starrcade, quindi, Charlotte Flair ha dovuto difendere il suo titolo contro Natalya, nello stesso luogo dove suo padre conquistò il secondo titolo della sua carriera sconfiggendo Harley Race. E The Nature Boy ovviamente l'ha accompagnata in questo tuffo nella storia.

Discorso simile per Dustin Rhodes, che pur senza nessun titolo in palio ha combattuto contro Dash Wilder (il membro dei Revival è nato in North Carolina) laddove era stato grande protagonista suo padre Dusty, come in occasione della seconda edizione, quando il suo incontro con Rick Flair venne interrotto dall'arbitro speciale Joe Frazier (pugile statunitense, medaglia d'oro olimpica) per una ferita riportata sulla fronte.

Hall of Famers e risultati

E l'omaggio a The American Dream non è stato certo l'ultimo della serata, cui ha partecipato a sorpresa anche il leggendario Arn Anderson, nella Hall of Fame dal 2012, che ha interferito nel Grudge Match tra Dolph Ziggler e Bobby Roode, aiutando quest'ultimo ad avere la meglio nella sfida, dopo aver eseguito una Spinebuster sullo Showoff, colpevole di averlo colpito in precedenza.

Il siparietto più divertente della serata ha invece visto protagonisti altri due WWE Hall of Famers freschi freschi, i The Rock ‘n’ Roll Express introdotti due giorni prima di Wrestlemania 33.

Insieme agli Hardy Boyz - presenti nonostante l'infortunio di Jeff - Robert Gibson e Ricky Morton si sono lasciati trasportare dall'energia positiva del New Day, esibendosi in un balletto sul ring e addirittura in un twerking. Oltre a questi fuori programma, comunque, è andato in scena un vero e proprio show con una card molto ricca e piena d'incontri. Ecco come sono andati e quali sono stati i risultati di questo ritorno di Starrcade, per la prima volta in versione WWE.

Bobby Roode vs Dolph Ziggler 

Grudge Match

Bobby Roode sconfigge Dolph Ziggler.

The Bludgeon Brothers, The Colons, Mike Kanellis e Rusev vs Breezango, Tye Dillinger, The Ascension e Sin Cara

12-man Tag Team Match

The Bludgeon Brothers, The Colons, Mike Kanellis e Rusev battono Breezango, Tye Dillinger, The Ascension e Sin Cara.

Naomi vs Tamina

Women Single Match

Naomi batte Tamina.

Dustin Rhodes vs Dash Wilder

Single Match

Dustin Rhodes batte Dash Wilder.

Baron Corbin (C) vs Shinsuke Nakamura

United States Championship Match

Shinsuke Nakamura batte Baron Corbin per squalifica e il titolo rimane al Lone Wolf.

The Usos (C) vs Shelton Benjamin e Chad Gable vs The New Day vs Kevin Owens e Sami Zayn

SmackDown Tag Team Championship Fatal 4-Way Tag Team Match

Gli Usos vincono l'incontro e si confermano campioni di coppia di SmackDown.

Charlotte (C) vs Natalya

SmackDown Women Championship Steel Cage Match

Charlotte batte Natalya e si conferma campionessa femminile di SmackDown.

AJ Styles (C) vs Jinder Mahal (con i Singh Brothers)

WWE Championship Steel Cage Match

AJ Styles batte Jinder Mahal e si conferma campione WWE.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.