Liga, Jordi Alba salva il Barcellona: 1-1 con polemica a Valencia

Il big match della tredicesima di Liga finisce 1-1: a Rodrigo risponde il terzino ex Valencia, che tiene a -4 i padroni di casa. Farà tanto discutere il gol non dato a Messi nel primo tempo.

830 condivisioni 18 commenti

di

Share

Un'intera città contro una squadra. Sono queste le sensazioni alla vigilia di Valencia-Barcellona, partita che da queste parti vale tantissimo. Non solo per quanto riguarda la classifica di Liga, dove la squadra di Marcelino ha stupito tutti ottenendo 30 punti nelle prime dodici giornate e soltanto 4 in meno dei catalani, ma anche perché c'è da onorare lo storico presidente Orti Ruiz, morto poche ore fa. I 50 mila del Mestalla sono pronti per una serata storica.

Dopo una partita di rara intensità, le due squadre devono accontentarsi di un punto a testa. Al gol di Rodrigo risponde nel finale Jordi Alba, imbeccato splendidamente dal solito Messi. Proprio un gol fantasma della Pulce nel primo tempo farà molto discutere, ma possiamo dire che questa sfida sia stata un bello spot per il calcio.

A dividere le due squadre ci sono quindi ancora quattro punti, il che rende felici soprattutto Real Madrid e Atletico Madrid, ora a 8 dai blaugrana. Nella prossima giornata la squadra di Valverde affronterà in casa il Celta Vigo, mentre i valenciani saranno ospiti del Getafe. Una cosa però questa partita ce l'ha insegnata: il Valencia fa paura, e lotterà fino alla fine per grandi traguardi.

La cronaca di Valencia vs Barcellona

Il primo brivido del match lo crea il Barcellona, con un destro da fuori di Paulinho alzato sopra la traversa da Neto. La risposta del Valencia non si fa attendere e Rodrigo, dopo aver rubato palla a Umtiti con l'aiuto di Zaza, calcia con il sinistro di potenza trovando però il muro blaugrana. 

L'episodio che rischia di spaccare in due il match arriva esattamente alla mezz'ora. Messi riceve da Suarez, calcia di prima con il mancino sorprendo Neto che fa una paperaccia e smanaccia via il pallone quando ha già però superato la linea. Ma incredibilmente, né Iglesias Villanueva né il guardalinee assegnano il gol all'argentino scatenando le proteste blaugrana e il contropiede valenciano, che per poco non frutta il gol-beffa con Zaza.

Come già successo a gennaio, quando durante Betis-Barça non venne assegnato un gol altrettanto netto a Suarez, i catalani vengono ancora sfavoriti dalla mancanza di tecnologia (che, va detto, avrebbe tolto il gol di Deulofeu contro il Malaga a ottobre). Non bisogna dunque fare altro che aspettare la prossima stagione quando anche in Liga arriverà il Var, nonostante in questo caso sarebbe bastata la goal-line technology (già presente in Italia dalla stagione 2015-2016).

Tornando al campo, la squadra di Valverde gioca molto bene lasciando poca libertà ai padroni di casa e sfiorano ancora il vantaggio con Suarez, fermato da Neto.

I gol arrivano nella ripresa

 Si riparte a ritmi forsennati, con il Valencia subito pericoloso. Il sinistro di Zaza al limite dell'area, però, finisce a lato. Poco dopo altra grande chance per la squadra di Marcelino grazie alla discesa palla al piede di Gonçalo Guedes, fermato da un'uscita perfetta di Ter Stegen. La gioia del Mestalla è soltanto rimandata, perché al 60' arriva il gol di Rodrigo che fa esplodere di gioia i 50 mila: Gaya scappa via sulla sinistra, la mette dentro per il numero 19 che da un metro non sbaglia e fa 8 in Liga.

È un Barcellona che appare senza idee, quello che prova a reagire al gol subìto. Ma il genio di Messi non si spegne mai: arrivati all'82', l'argentino trova con una magia l'inserimento di Jordi Alba che col sinistro batte Neto e segna un pesantissimo gol dell'ex. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.