Manchester City, dal ritiro al ruolo di scout: che storia Sinan Bytyqi

Dopo il ritiro forzato a soli 22 anni per un problema cardiaco, il giovane calciatore di proprietà dei Citizens è entrato nello staff in qualità di scout.

La storia di Bytyqi del Manchester City

4k condivisioni 32 commenti

di

Share

"When life gives you lemons, make lemonade". Un modo di dire utilizzato in Inghilterra che sta a significare come anche un evento sfortunato, se affrontato con il giusto piglio, possa diventare la spinta per qualcosa di positivo.

E negli ultimi mesi saranno stati sicuramente in tanti ad aver ripetuto questa frase a Sinan Bytyqi, giovane calciatore di proprietà del Manchester City costretto a ritirarsi a soltanto 22 anni per via di un problema cardiaco.

Ma nonostante l'addio forzato al campo di calcio, l'ormai ex centrocampista è riuscito a non allontanarsi dal mondo che ama sin da quando era bambino, entrando ufficialmente nello staff del club inglese in qualità di osservatore.

Bytyqi col Manchester City
Sinan Bytyqi è diventato uno scout per il City

Manchester City, la storia di Sinan Bytyqi: dal ritiro forzato al ruolo di osservatore

Bytyqi nasce in Kosovo nel 1995 ma è subito costretto a scappare con la sua famiglia in Austria per via della guerra. Nel 2012 approda in Inghilterra per giocare nelle giovanili del Manchester City fino al 2016, quando viene ceduto in prestito al Go Ahead Eagles. E sarà proprio lo staff medico della squadra olandese a scoprire il suo problema di salute.

Sono entrato negli uffici e c'erano allenatore, staff e medici. Mi ha dato un foglio dicendomi che avevano trovato qualcosa che non andava nel mio test cardiaco. 

Dopo ulteriori controlli svolti in Inghilterra con lo staff del Manchester City, la diagnosi per Bytyqi viene confermata: cardiomiopatia ipertrofica, condizione che purtroppo non gli permetterà più di tornare su un campo di calcio.

Il ritiro ufficiale arriva lo scorso dicembre, ma il suo club decide di non lasciare solo il 22enne. Il capo osservatore Fergal Harkin accoglie Bytyqi nel suo staff e il giovane austriaco di origine kosovara diventa ufficialmente uno scout per i Citizens, occupandosi in particolare dei giocatori che vengono mandati in prestito, proprio come lui.

La storia di Bytyqi potrebbe non suonare nuova ai tifosi italiani, in particolare a quelli dell'Inter. Pochi anni fa infatti Felice Natalino, giovane difensore di proprietà dei nerazzurri, fu costretto al ritiro per una patologia cardiaca ed entrò in seguito a far parte dello staff del club milanese in qualità di osservatore delle giovanili. A dimostrazione che anche da un evento sfortunato, è possibile trovare la forza per percorrere nuove strade.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.