Barcellona, Messi rinnova il contratto fino al 2021: ora è ufficiale

Posta la parola fine alla lunghissima trattativa: per l'argentino clausola rescissoria da 700 milioni di euro e stipendio monstre da 40 milioni a stagione.

484 condivisioni 5 commenti

di

Share

È stata una trattativa lunga, che a tratti è sembrata addirittura sul punto di arrivare a una rottura per via di un assordante silenzio che ha caratterizzato gran parte dell'estate di calciomercato. Le sirene cinesi, quelle milionarie di ogni top club del mondo e così via.

Leo Messi ha tenuto con il fiato sospeso il mondo Barcellona, ma alla fine la fresca "Scarpa d'oro" ha deciso per la soluzione più ovvia, quella che in fondo tutti si aspettavano.

La Pulce ha detto sì e ha deciso di rinnovare il suo rapporto con il club che lo ha portato in Europa e valorizzato fino al punto di metterlo nelle condizioni di diventare, probabilmente, il più forte calciatore di tutti i tempi. Il Barcellona si è sempre preso cura di lui, ha voluto scommettere in tempi non sospetti sul quel tredicenne ragazzino mingherlino che qualcuno aveva pensato di scartare per quel fisico non adatto a un calciatore.

Barcellona, Messi rinnova fino al 2021

Per fortuna di tutti, però, ha prevalso l'ammirazione per ciò che Messi sapeva fare sul terreno di gioco e che ha sempre fatto nel corso di tutto il percorso con le giovanili della cantera blaugrana, fino all'esordio in prima squadra. Sono passati ben 4788 giorni da quel suo debutto con Rijkaard in panchina.

Tempi lontani, perché il numero dieci del Barcellona oggi è calciatore maturo, è diventato padre. E proprio pochi minuti fa ha reso ufficiale una una nuova decisione, una scelta di vita che virtualmente lo lega a vita al club catalano.

Leo Messi ha rinnovato infatti il suo contratto in scadenza fino alla stagione 2020/2021, con una nuova clausola rescissoria "anti sceicchi" fissata a 700 milioni di euro e uno stipendio di 48 milioni a stagione che lo fa diventare il calciatore più pagato al mondo. La Pulce continuerà a segnare con il Barcellona (unica squadra della sua carriera da professionista dopo aver lasciato le giovanili del Newell's nel 2000) di cui è già adesso il maggior cannoniere di tutti i tempi, con 523 gol in 602 partite giocate. Una storia destinata a continuare, ora è ufficiale.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.