Russia 2018, le maglie delle Nazionali qualificate ai Mondiali

Supremazia Nike e Adidas, ma non tutte le squadre hanno già presentato il proprio kit in casa e trasferta. Ecco come si presenteranno in Russia.

1k condivisioni 27 commenti

di

Share

Il 14 giugno 2018 si alzerà il sipario sui Mondiali in Russia. L'Italia non ci sarà a distanza di 60 anni dall'ultima volta, ma le altre Nazionali stanno già presentando le maglie ufficiali da gara da sfoggiare nel corso della prossima estate.

Diverse squadre hanno svelato il kit della prossima edizione, dando il via alla vendita negli store online. Ovviamente, a detenere la supremazia del merchandising saranno Nike e Adidas: in 10 si sono affidate al brand americano, mentre 12 faranno riferimento al marchio bavarese. Le altre 10 si dividono tra Puma, Umbro e New Balance, con 2 Nazionali a testa, poi Errea, Romai, Hummel e Uhlsport.

Per esigenze di mercato e sponsor tecnici, c'è chi annuncerà le proprie divise nei primi mesi del 2018, lasciando in sospeso la presentazione delle maglie anche fino a marzo. C'è anche chi, come il Perù, ha confermato l'abbandono del proprio brand al termine dei Mondiali, portandosi avanti con le strategie di marketing.

Russia 2018
La maglia della Russia padrona di casa

Mondiali Russia 2018, le maglie Nike

Brasile, Inghilterra, Francia e Portogallo. Queste quattro big attese in Russia vestiranno Nike e sono pronte a detenere il primato nella vendita delle proprie maglie. Con loro, però, anche altre squadre che possono vantare un certo appeal: Australia, Croazia, Nigeria e Polonia hanno scelto lo stesso marchio, così come Arabia Saudita e Corea del Sud. Domina il layout a tinta unita, ad eccezione degli scacchi biancorossi tipici dei croati.

Spagna Russia 2018
Adidas batte Nike 12-10, la maglia della Spagna

Adidas, 12 maglie ai Mondiali

Con più di un terzo delle Nazionali che l'hanno scelto, Adidas sarà il marchio più rappresentato in Russia. Dodici squadre indosseranno il brand con le tre strisce: Germania, Argentina e Spagna compongono il blocco storico, ma anche le meno pubblicizzate potranno ritagliarsi uno spazio importante nel marketing di tutto il mondo. Belgio, Colombia, Messico, Giappone e Svezia puntano in maniera decisa sull'azienda tedesca, Egitto, Iran e Marocco attendono riscontri. Completa il gruppo proprio la Russia padrona di casa.

Messi Argentina
Messi e l'Argentina, ancora targata Adidas

Sette marchi per 10 squadre

Non tutti sono finiti nell'orbita di Nike e Adidas. Uruguay e Svizzera indosseranno ancora Puma, mentre New Balance è la scelta dell'America centrale: Costa Rica e Panama. Umbro fornirà la Serbia e il Perù, ma i sudamericani passeranno a Marathon dopo la fine dei Mondiali. Chiudono il cerchio le ultime quattro: Hummel per la Danimarca, Errea per l'Islanda, Uhlsport per la Tunisia e Romai per il Senegal, nonostante si parli di un passaggio in extremis sotto Nike.

Mondiali Russia 2018
Russia 2018, il quadro definitivo degli sponsor tecnici

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.