League One, segna due gol e corre in ospedale: gli è nato un figlio

Ryan Colclough, attaccante del Wigan, ha saputo del lieto evento durante il match contro il Doncaster. Messo al sicuro il risultato, è corso dal neonato senza cambiarsi.

Colclough

677 condivisioni 1 commento

di

Share

Sembra una storia d'altri tempi, quasi da libro Cuore, di quelle che pensi non possano trovare spazio in questo mondo dove l'attenzione per la sfera personale passa sempre più in secondo piano, dove un po' tutti siamo costretti ogni giorno a correre e a lavorare senza poter pensare ad altro.

Ryan Colclough, invece, ha dimostrato che è possibile conciliare i due mondi. Di mestiere fa l'ala sinistra nel Wigan che milita in League One e ieri sera ha segnato due gol nel match contro il Doncaster, poi si è fatto sostituire ed è corso in ospedale ad abbracciare il figlio che stava per nascere.

Ryan ha 22 anni e gioca nei Latics dalla stagione scorsa: solo 10 presenze in Championship, poi la retrocessione in terza divisione, dove quest'anno aveva trovato il primo e finora unico gol dell'anno - prima della doppietta di ieri sera - nella sconfitta sul campo del Peterborough.

Ryan Colclough
Ryan Colclough in ospedale con la moglie e il figlio appena nato

League One, segna due gol e corre in ospedale: gli è nato un figlio

Prima del match di League One contro il Doncaster, Ryan era agitato ed euforico, sapeva che la moglie stava per partorire, che ogni momento poteva essere quello giusto. In campo le cose si erano messe subito bene grazie all'autogol di Joe Wright che aveva portato il Wigan a condurre 1-0, ma Colclough, detto Coco, sentiva che quella era la sua notte e la conferma era arrivata nei minuti di recupero del primo tempo, quando si è avventato come un fulmine sul pallone e lo ha spedito in porta.

Il bello però doveva ancora arrivare. Nell'intervallo ha saputo che la moglie aveva le doglie e avrebbe potuto partorire da un momento all'altro: è rientrato in campo sulle ali dell'entusiasmo, sembrava caricato a molla, tanto che dopo 13 minuti - lui che non è esattamente un goleador - è andato fino in porta col pallone. Il risultato era al sicuro e il suo tecnico Paul Cook lo ha richiamato in panchina. Ma Ryan, in preda all'euforia non si è nemmeno fermato: gli ha dato il cinque ed è scappato via.

In sala parto con gli scarpini

Una corsa negli spogliatoi a prendere il borsone e poi via all'ospedale. Si è presentato in sala parto ancora in tenuta da gioco e con maglietta, pantaloncini e scarpini bullonati ha fatto appena in tempo ad assistere alla nascita del piccolo. Il team manager Leam Richardson ha dichiarato:

Nell'intervallo abbiamo ricevuto il messaggio così dopo il suo secondo gol lo abbiamo sostituito perché la sua testa era da un'altra parte. Siamo tutti uomini, siamo tutti individui ed è giusto rispettare un legittimo desiderio personale.

Tutto in una notte

Una notte, quella della sua prima doppietta nel Wigan e del primo abbraccio al piccolo, che Ryan ricorderà per sempre. Intanto grazie a lui ora il Wigan è secondo in League One e sogna di tornare subito in Championship.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.