Copa Libertadores, spy story prima della finale Gremio-Lanus

Il club brasiliano avrebbe messo sotto contratto una spia per conoscere i segreti dei rivali: la polizia l'ha fermata con un drone vicino al centro d'allenamento degli argentini.

96 condivisioni 6 commenti

Share

Di storie di spionaggio nello sport ce ne sono state tante, ma quello successo in Sud America passa ogni limite. Finale d’andata di Copa Libertadores, Gremio-Lanus, in programma questa notte a 00.45 su FOX Sports, canale 204 di Sky. Brasiliani e argentini, una classicissima rivalità che spesso le regole convenzionali le mette da parte.

In concreto il Gremio avrebbe messo sotto contratto un individuo per conoscere i segreti non solo del Lanus, ma di tutte le altre rivali affrontate e battute in questa Copa Libertadores. Una vera e propria spy story, ma a galla questa faccenda come ci è venuta? Alcuni colleghi sudamericani hanno seguito per cinque mesi la spia brasiliana, rintracciandola venerdì a 200 metri dal centro d’allenamento del Lanus. Maglietta e pantaloncini, semplice, per passare inosservata, la spia registrava gli allenamenti avversari grazie a un drone. Ma non questa volta: cronisti prima, polizia poi, lo hanno beccato.

Il radiocomando del drone ce l’aveva lì di fianco, compagno di viaggio sul sedile del passeggero. Una storia simile ad altre vissute qui da noi. Derby di Genova: l’allenatore dei baby portieri del Genoa beccato in tuta mimetica a studiare gli allenamenti della Samp. Insomma, quando la posta in palio è così alta, qualcuno le regole preferisce oltrepassarle. Anche questo è Gremio contro Lanus, Brasile contro Argentina. Pronti a tutto, per vincere.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.