Serie A, salta Delneri: Oddo è il nuovo allenatore dell'Udinese

Il tecnico friulano paga con l'esonero gli 8 ko nelle prime 12 gare: al suo posto il campione del Mondo 2006, a caccia della nuova chance dopo l'avventura di Pescara.

Serie A, l'Udinese si affida a Massimo Oddo

247 condivisioni 3 commenti

di

Share

Dopo Pescara, si torna in sella. Massimo Oddo è ufficialmente il nuovo allenatore dell'Udinese: sarà l'ex tecnico degli abruzzesi a ereditare la panchina da Luigi Delneri. La società dei Pozzo ha esonerato il mister friulano, dopo la sconfitta interna con il Cagliari. Una giornata - quella di lunedì - per decidere di separarsi dall'ex Juventus e trovare l'accordo con il campione del Mondo 2006. Oddo torna così al comando di una squadra di Serie A dopo 280 giorni: risale allo scorso 14 febbraio l'addio ai Delfini biancazzurri.

Con l'Udinese al 14° posto, Delneri ha pagato gli 8 ko nelle prime 12 giornate di Serie A (rimane da recuperare il match in casa della Lazio): 12 punti in classifica, 18 gol fatti e 23 subiti e un margine di sicurezza di appena tre lunghezze sulla zona retrocessione (il Genoa terzultimo insegue a quota 9). È il quarto tecnico esonerato nel massimo campionato, dopo Rastelli, Baroni e Juric. 

Nelle scelte di Gino Pozzo, il figlio del patron Giampaolo, hanno pesato però anche altre considerazioni. Due in particolare: l'assenza di uno stile di gioco definito e la tendenza ad aver spesso utilizzato diversi giocatori fuori ruolo. Lacune su cui sarà chiamato a intervenire Oddo: una volta trovato l'accordo di risoluzione con il Pescara (il suo contratto scadeva a giugno 2018), l'ex terzino destro di Lazio e Milan è stato libero di siglare l'accordo con il club bianconero. 

Serie A, l'Udinese saluta Delneri: panchina a Oddo

L'avventura di Delneri sulla panchina dei friulani è durata 414 giorni: il 3 ottobre 2016 era stato lui a sostituire l'esonerato Beppe Iachini. Il 15 ottobre aveva esordito con una sconfitta in casa della Juventus, prima di centrare la doppia vittoria contro il Pescara dello stesso Oddo e con il Palermo. Sarà il prologo di un campionato tutto sommato tranquillo, chiuso al 13° posto: 45 punti totali, 13 sopra la zona retrocessione.

Serie A, l'Udinese saluta Luigi Delneri
Serie A, l'Udinese esonera Luigi Delneri: 12 punti e 13° posto

La stagione attuale comincia però sotto i peggiori auspici: due ko consecutivi contro Chievo (in casa) e Spal. Nelle prime 9 giornate, saranno appena due le vittorie: l'1-0 interno contro il Genoa e il sorprendente 4-0 casalingo contro la Sampdoria. Il 22 ottobre la Juventus passerà invece 6-2 alla Dacia Arena, una sconfitta pesante a cui però l'Udinese reagirà con due successi: 1-0 in casa del Sassuolo e 2-1 contro l'Atalanta. Poi la gara rinviata per maltempo con la Lazio e l'ultimo passo falso interno, contro il Cagliari.

Un campione del Mondo a caccia di una nuova chance

Risollevare il rendimento - sia a livello di punti che di gioco - spetta ora a Massimo Oddo. Per il tecnico classe 1976 - il secondo più giovane del massimo campionato dopo De Zerbi - sarà l'opportunità ghiotta per rilanciarsi, dopo l'esonero di Pescara. La sua esperienza da allenatore - eccezion fatta per i primi passi mossi con gli Allievi Regionali B del Genoa - è stata legata finora solamente alla squadra della sua città natale.

Massimo Oddo promosso in A col Pescara nel 2016
Massimo Oddo in trionfo dopo la promozione in A con il Pescara nel 2016

Il 28 luglio viene scelto come tecnico della Primavera, ma neanche un anno più tardi ecco il salto tra i professionisti. L'esordio in Serie B arriva il 16 maggio 2015, quando al termine della regular season manca appena una giornata: a lasciargli il posto è Marco Baroni. Gli basta quindi una vittoria, nello scontro diretto contro il Livorno, per qualificarsi ai playoff promozione. Elimina prima il Perugia, quindi il Vicenza in semifinale: il sogno s'infrange però contro il doppio pareggio con il Bologna (piazzato meglio in classifica).

Pescara, croce e delizia: ora la Dacia Arena

Poco male, perché la promozione nel massimo campionato arriverà al termine della stagione successiva: il quarto posto finale gli consente di cominciare i playoff direttamente dalla semifinale, dove avrà la meglio sul Novara. In finale è il Trapani (terzo in classifica) a lasciare il pass per il grande salto al Pescara. Un'ascesa repentina, quella di Oddo, che lo porterà a debuttare in Serie A con il convincente 2-2 contro il Napoli. Il cammino però si rivelerà tutt'altro che spumeggiante: l'unica vittoria rimarrà il 3-0 a tavolino con il Sassuolo.

Vota anche tu!

Massimo Oddo è l'allenatore giusto per l'Udinese?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Per il resto, arriveranno 18 sconfitte nelle prime 24 giornate: addirittura 7 consecutive tra ottobre e novembre e altre 6 di fila tra gennaio e febbraio. L'ultima - il 5-3 in casa del Torino - convincono il club di Sebastiani a separarsi dall'ex nazionale azzurro. Lo stile di gioco offensivo e moderno delle prime uscite aveva ormai lasciato spazio a un approccio confuso, interpretato da una rosa che si era rivelata ben presto non all'altezza della categoria. Per Oddo, ora, la nuova chance nella massima serie. Il campione del mondo 2006 riparte da Udine.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.