Serie A, i record di Buffon: ne ha due nel mirino prima di smettere

Ora che non potrà giocare il sesto Mondiale, Buffon cerca altri record da battere: ne può stabilire altri due nell'ultima stagione della sua carriera.

Gianluigi Buffon non si arrende: può ottenere ancora due record storici in Serie A

483 condivisioni 14 commenti

di

Share

Non è ancora finita. Non per Gianluigi Buffon. Ci sono ancora record importanti da conquistare. Voleva finire la carriera con il Mondiale, con la maglia della nazionale italiana addosso. Sognava di farlo sollevando ancora una coppa. Ma non potrà farlo. Eppure ha ancora diversi obiettivi da raggiungere.

Sarebbe potuto diventare il primo giocatore a partecipare a sei Mondiali, ma ha dovuto accantonare il sogno. L’immagine del capitano azzurro in lacrime ha fatto il giro del mondo ed è diventata il simbolo dell’Apocalisse azzurra. Probabilmente Buffon si ritirerà al termine della stagione, ma la sua carriera non è ancora finita.

Vuole vincere la Champions League, l’unico grande trofeo che gli manca. Ma quello dipenderà dal destino e dalla Juventus. Non soltanto da lui. Buffon può invece diventare il giocatore più presente nella storia della Serie A. Paolo Maldini è a 647, per superarlo Gigi dovrà giocare 21 partite su 25.

Vota anche tu!

Buffon vincerà la Champions League?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Serie A, i record che Buffon può ancora ottenere

Sia chiaro una cosa: Buffon non è mai stato fissato con i record, li ritiene marginali. È anche vero però che ci sono traguardi più importanti e prestigiosi di altri, perché mettono a confronto campioni di generazioni diverse. Per questo Maldini non può stare del tutto tranquillo. Ma non è questo l’unico record al quale mira Gigi. Buffon vorrebbe chiudere con il nono scudetto: sarebbe un altro primato. Nessuno nella storia della Serie A ci è mai riuscito prima. E i suoi titoli sarebbero arrivati tutti difendendo la porta bianconera. Segno di fedeltà. Perché Gigi è figli d’altri tempi. Una volta il portiere bianconero si è descritto così:

Viaggiare è più bello che arrivare, battersi è più bello che vincere e ciò che ancora mi attende è quello che mi tiene vivo.

Adesso più che mai queste parole appaiono appropriate al momento. Scudetto e presenze in Serie A. Quel che aspetta Buffon sono due belle battaglie. Che lo intrigano di certo. E poi c’è la Champions League. Come ha detto Sami Khedira:

Gigi non ha bisogno di parole ma di obiettivi. Lo aiuteremo a vincere la Champions.

Non è ancora finita. Non per Gianluigi Buffon.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.