Liga, il Valencia continua a sognare: seguirà le orme dell'Atletico?

La squadra di Marcelino ha battuto l'Espanyol per 0-2 e si è portata a quota 30 punti in classifica, staccando di sei lunghezze Atletico e Real Madrid. Dove può arrivare?

375 condivisioni 3 commenti

di

Share

Il Valencia ha battuto anche l'Espanyol: 0-2 secco nella 12esima giornata di Liga, un doppio colpo sferrato nella ripresa. Al minuto 67 il diretto lo ha scagliato Kondogbia da fuori area. Un gol di rara bellezza realizzato da uno dei giocatori rivitalizzati dalla cura Marcelino. Quattro minuti più tardi, con un gancio ben assestato, Rodrigo Moreno è andato vicino al raddoppio, ma il suo tentativo si è stampato sul palo. La partita è stata chiusa poi dal montante di Santi Mina all'83': l'attaccante spagnolo ha approfittato di un clamoroso errore di Victor Sanchez, che ha condannato il suo Espanyol al K.O. tencico-tattico e consegnato agli avversari l'ottava vittoria consecutiva.

Sono passate 12 giornate di campionato, il Valencia si trova a 30 punti in classifica: sono sei le lunghezze di vantaggio su Atletico e Real, che nell'ultima giornata si sono annullate nel derby di Madrid. Un vuoto di due vittorie, a pensarci bene, uno spazio che Kondogbia e compagni hanno allargato e si sono presi con le unghie, i denti e un sistema di gioco che funziona. Il burattinaio di questo piccolo capolavoro teatrale è Marcelino, autore di un avvio di stagione straordinario. Ora la sua squadra è seconda in solitaria, a quattro punti dal Barcellona. E al Mestalla domenica 26 novembre, in diretta alle ore 20:45 su Fox Sports, arriveranno proprio i blaugrana che hanno travolto il Leganes 0-3 nell'ultima giornata. 

Spezzare l'egemonia di Real e Barça in Spagna non è roba da poco. Chi ci prova di solito viene distaccato da una quantità di punti tale da far desistere tutti gli altri competitor. L'unica squadra ad essere riuscita in questa impresa titanica, negli ultimi anni, è stato l'Atletico Madrid di Simeone, che si è affermato come terzo incomodo in un texano Heads Up che era andato avanti forse per troppo tempo. Nella stagione 2013/2014 i colchoneros, che alla fine avrebbero vinto la Liga, a questo punto del campionato erano a quota 30 punti. Avevano totalizzato undici vittorie, una sconfitta e nessun pareggio. Trenta gol fatti e 8 subiti. Senza però affrontare Real Madrid o Valencia

Liga, il Valencia di Marcelino come l'Atletico del Cholo?

Zaza e soci, invece, dopo dodici giornate hanno ottenuto sì lo stesso numero di punti di quell'Atletico, ma senza perdere mai, vincendo nove volte e pareggiando in tre occasioni. La squadra di Marcelino ha segnato 32 reti e ne ha concesse 11. E ha già affrontato Real Madrid, Siviglia e lo stesso Atletico. La striscia di vittorie consecutive, come detto, è arrivata a otto e può ancora allungarsi. Ma il precedente record è stato già battutto: il Valencia si era fermato a sette a cavallo tra le stagioni 1946-1947 e 1947-1948.  

Numeri alla mano, i murciélagos hanno tutte le carte in regola per continuare a far bene in Liga. Ora la domanda è: riusciranno a fermare anche il Barcellona capolista? Quella di domenica prossima sarà sicuramente una prova per capire dove può arrivare questa squadra che sta emulando le gesta dell'Atletico di quattro anni fa. Sperando di ottenere lo stesso risultato, a fine stagione. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.