Champions League, Napoli contro Shakhtar: solo 15mila biglietti venduti

C'è scarso entusiasmo in città per la sfida contro la squadra ucraina, che pure è fondamentale per continuare il cammino nella competizione.

1k condivisioni 89 commenti

di

Share

Terminata al terzo posto la scorsa stagione di Serie A, il Napoli aveva conquistato il diritto a disputare i playoff di qualificazione alla fase a gironi della Champions League. La rivale più temuta era l'Ajax ma il blasone non era bastato agli olandesi, eliminati nel terzo turno preliminare dal Nizza.

Nel turno successivo, quello decisivo, i ragazzi di Sarri avevano fatto un sol boccone della squadra della Costa Azzurra. Una doppia dimostrazione di forza aveva fruttato prima il 2-0 del San Paolo, poi l'identico risultato all'Allianz Riviera, con reti di Mertens e Jorginho, Callejon e Insigne.

Nella fase a gironi, però, la brutta partenza a Donetsk con la sconfitta 2-1 contro lo Shakhtar aveva messo in salita il cammino dei partenopei, che dopo aver sconfitto il Feyenoord in casa hanno dovuto incassare due brutte battute d'arresto, almeno dal punto di vista del risultato, contro il Manchester City di Guardiola.

Champions League, Napoli contro Shakhtar: solo 15mila biglietti venduti

Per questo il match di stasera che vede il Napoli ospitare proprio lo Shakhtar Donetsk assume un'importanza capitale: a due match dalla fine della fase a gironi di Champions League infatti i partenopei hanno 6 punti di distacco dagli ucraini, che nel prossimo turno giocheranno in casa contro il City, mentre gli Azzurri faranno visita al Feyenoord. 

Napoli-Feyenoord
Un'immagine del match fra Napoli e Feyenoord

Per continuare il cammino in Champions League, dunque, al Napoli servono tre vittorie, due proprie e una del Manchester City in Ucraina. Una situazione difficile che non sembra però fare breccia nei cuori dei tifosi partenopei: finora sarebbero stati venduti appena 15mila biglietti.

Le cause

Certamente la trasmissione in chiaro del match non aiuta l'afflusso allo stadio, che i sostenitori avevano peraltro già riempito, svuotando il portafoglio, sabato sera per assistere al vittorioso match di Serie A contro il Milan. Così come forse non hanno aiutato le dichiarazioni di Sarri:

Non è obbligatorio passare il turno. La situazione di classifica è difficile, c'è un piccolo spiraglio che si intravede e dobbiamo provare a spalancarlo e a entrarci dentro.

Non proprio una chiamata alle armi, insomma, per un match nel quale il Napoli già dovrà far fronte a diverse assenze, da Ghoulam a Koulibaly, con Hamsik e Insigne incerti fino all'ultimo.

Maurizio Sarri
Sarri in conferenza stampa

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.