UFC, arrestato Volkan Oezdemir: a rischio il match con Cormier

Volkan Oezdemir dovrà rispondere dell'accusa di "percosse aggravate". Il massimo-leggero era in contatto con UFC per organizzare il match titolato contro Daniel Cormier.

UFC, Volkan Oezdemir

81 condivisioni 2 commenti

di

Share

Volkan Oezdemir (15-1) è in guai molto seri. Il contendente al titolo dei massimi-leggeri è stato arrestato sabato a Fort Lauderdale, Florida, con l'accusa di percosse aggravata da danni fisici che potrebbero portare la vittima alla disabilità.

Nella mattinata di domenica, il suo caso era già stato aggiornato: cauzione fissata a 10mila dollari. Lo statuto dello stato della Florida dichiara che un individuo commette "percosse aggravate" qualora "intenzionalmente o coscientemente causa danni fisici, disabilità permanente, o deturpazione permanente".

Oezdemir, ventottenne svizzero, si era trasferito nel sud della Florida insieme al Combat Club, team formatosi dalle ceneri di quelli che erano i Blackzilians.

UFC, oezdemir a segno su Manuwa
Volkan Oezdemir schianta in 42 secondi Jimi Manuwa

UFC, Volkan Oezdemir nei guai, rischia il match contro Daniel Cormier

Oezdemir approdò in UFC a inizio 2017 e da allora ha collezionato vittorie contro Ovince Saint Preux, Misha Cirkunov e Jimi Manuwa, le ultime due in meno di un minuto. Ventotto secondi e un gancio dal clinch dietro l'orecchio del fighter d'origine lettone sono bastati per scolpire sulla pietra una vittoria indimenticabile. Per abbattere Jimi Manuwa, allora favorito per un prossimo incontro titolato, sono bastati appena 42 secondi. Si parlava già da un pezzo del possibile prossimo match titolato fra il campione dei massimi-leggeri UFC Daniel Cormier e Oezdemir. Solo da poco però Cormier si era esposto, dichiarando che il tutto fosse in fase di lavorazione. Sabato notte, con un post su Instagram, il campione sembrava pronto a svelare di lì a poco il suo prossimo avversario.

Anche l'amico di lunga data nonché compagno di team di Cormier, Luke Rockhold, aveva avuto modo di allenarsi al Combat Club sotto l'egida di Henri Hooft. Fu proprio per questo che scherzosamente Oezdemir disse di avere una talpa all'interno del camp di DC. UFC ha rilasciato intanto una dichiarazione:

UFC è consapevole della situazione che coinvolge il massimo-leggero Volkan Oezdemir. L'organizzazione sta raccogliendo maggiori informazioni per determinare se ci sarà bisogno di prendere ulteriori provvedimenti.

Lo staff di MMA Junkie è stato molto presente sul caso ed è riuscito a scoprire che il processo a Oezdemir è avvenuto domenica mattina, anche se il fatto era risalente allo scorso 12 agosto. Oezdemir è stato accompagnato dal suo legale Bruce A. Zimet. Secondo il legale, il tutto sarebbe scaturito da un alterco da bar nel quale Oezdemir, che non era - secondo l'avvocato - l'aggressore, sarebbe stato totalmente giustificato nelle sue azioni dalle leggi della Florida. 

Mr. Oezdemir - ha commentato Zimet - ha fiducia nel sistema giudiziario americano per i fatti risalenti al 12 agosto. Mr. Oezdemir è convinto che, appena sarà chiara la totalità dei fatti, sarà assolto. 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.