MotoGP, Valentino Rossi ammette: "Il ritiro mi spaventa"

Il pilota di Tavullia non ha intenzione di smettere di correre e fissa già l'obiettivo per la prossima stagione: "Nel 2018 il primo obiettivo è il titolo".

213 condivisioni 0 commenti

di

Share

Non basta una stagione storta. Valentino Rossi non molla, anzi. Pensa già al prossimo campionato e allontana il più possibile le voci di ritiro. Non vuole smettere, ci proverà anche nel 2018 a raggiungere il decimo titolo in carriera, il settimo in MotoGP. Sarà ancora più difficile: di anno in anno la concorrenza aumenta. Da Marquez a Dovizioso, senza dimenticare i giovani Vinales e Zarco e la coppia di veterani Lorenzo-Pedrosa.

Dopo tre secondi posti consecutivi (2014, 2015 e 2016), è arrivato un quinto posto nella classifica finale che molti hanno interpretato come un calo di rendimento. Dovuto principalmente all'età che avanza. Eppure anche nel 2017 - nonostante due fratture - Rossi si è tolto la soddisfazione di vincere una delle gare in calendario (Assen), aggiornando la casella dei record.

La prossima per Valentino Rossi sarà la diciassettesima stagione in MotoGP. Nei test a Valencia il Dottore si è detto parzialmente soddisfatto: il primo giorno chiuso con il quarto tempo, mentre la seconda giornata di prove con il settimo. Il pilota di Tavullia ha avuto la possibilità di provare il nuovo motore messo a disposizione dalla Yamaha per la prossima stagione. Bicchiere mezzo pieno, ma siamo solo all'inizio.

MotoGP: Valentino Rossi e la paura del ritiro

Voltare pagina il più velocemente possibile per concentrarsi sui test invernali. Non c'è tempo per guardarsi alle spalle, Valentino Rossi lo sa meglio di chiunque altro. In un'intervista al portale tedesco 'Speedweek' il Dottore parla di presente e, soprattutto, di futuro. Difficile per uno come lui pensare a una vita senza gare:

Smettere di correre mi spaventa. La MotoGP è la mia vita, non è facile trovare altro da fare. Sarà bello seguire la mia Academy da vicino, ma non è paragonabile.

Vota anche tu!

Valentino Rossi può vincere il mondiale nel 2018?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Non ha certo bisogno di trovare motivazioni per andare avanti Valentino. È già proiettato al 2018 e non nasconde quale siano i suoi obiettivi per la prossima stagione:

Il titolo è il primo obiettivo, poi vincere qualche gara e infine arrivare a tagliare il traguardo. Futuro? Mi piacerebbe provare a mettere su un team in MotoGP, ma servirà anche un costruttore. Per adesso ci limitiamo a Moto3 e Moto2, aiutiamo i giovani a crescere.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.