Serie A, meglio del Napoli solo la Juventus 2005/2006

La squadra allenata da Sarri guida la classifica con 35 punti dopo 13 turni: è la seconda miglior partenza nella storia del campionato italiano.

 Napoli, seconda miglior partenza nella storia della Serie A

4 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il 2-1 inflitto sul terreno del San Paolo al Milan non ha solo permesso al Napoli di consolidare il primato nella classifica della Serie A 2017/2018: grazie alle reti di Insigne e Zielinski, infatti, il team allenato da Maurizio Sarri ha raggiunto quota 35 punti dopo 13 turni di campionato. Traguardi che valgono il secondo miglior avvio nella storia della massima serie del calcio italiano dall'avvento dei tre punti per vittoria.

Contro i rossoneri, Hamsik e compagni hanno firmato l'undicesima vittoria in campionato. Un filotto positivo intervallato solo da due pareggi a reti bianche, maturati al San Paolo contro l'Inter e al Bentegodi di Verona contro il Chievo. Ai risultati ottenuti in Serie A vanno sommate le statistiche riferite alle sei partite giocate in Champions League, dove il Napoli ha festeggiato tre vittorie (comprendendo i preliminari contro il Nizza) ma ha anche incassato tre sconfitte.

I numeri stagionali del Napoli sono da top club: 19 partite ufficiali disputate per un bilancio di 14 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte. Le reti realizzate sono 45, quelle incassate 18. Dati ancor più confortanti se limitati alla sola Serie A, ma non ancora sufficienti per guadagnare lo scettro di squadra detentrice della migliore partenza di campionato, ancora sulle spalle della Juventus edizione 2005/2006.

Serie A, Fabio Capello festeggia lo scudetto 2005/2006 con la Juventus, poi revocato
Fabio Capello festeggia lo scudetto 2005/2006, poi revocato: solo quella Juventus ha fatto meglio del Napoli 2017/2018

Serie A, seconda miglior partenza della storia per il Napoli

Quella Juventus aveva messo a referto nei primi 13 turni della Serie A 2005/2006 12 vittorie, una lista di successi "macchiata" solo dal ko per 3-1 contro il Milan a San Siro. Un cammino che aveva fruttato 36 punti, uno in più di quelli sin qui incamerati dal Napoli. Differenti i dati riguardanti le reti realizzate e quelle al passivo: l'attacco bianconero dell'epoca, che in rosa aveva nomi del calibro di David Trezeguet, Zlatan Ibrahimovic e Alessandro Del Piero, arricchiti dagli inserimenti di Adrian Mutu, Mauro German Camoranesi e Pavel Nedved, aveva messo a segno 29 centri, mentre la porta della formazione allenata da Fabio Capello era stata bucata 7 volte. Il Napoli 2017/2018 segna con maggiore frequenza (35 reti) e concede qualche spazio in più agli avversari (9 centri subiti).

Serie A, il Napoli festeggia il 2-1 sul Milan
Serie A, il Napoli festeggia il 2-1 sul Milan: seconda miglior partenza nella storia del campionato

Il Napoli del tridente Callejon-Mertens-Insigne e della filosofia di gioco ammirata da mezza Europa e inculcata da Maurizio Sarri in poco più di due anni di lavoro, intanto, si gode la vetta in Serie A. I record a stagione in corso, è storia nota, valgono molto meno dei trofei da sollevare a fine annata. La Juventus 2005/2006 vinse lo Scudetto, poi revocato per le note cronache di Calciopoli e assegnato all'Inter. Scudetto, già: quel traguardo di cui si parla a bassa voce dalle parti del San Paolo, ma che il pubblico di fede partenopea è tornato legittimamente a sognare.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.