Atletico Madrid, Simeone difende Griezmann: "Con lui fino alla morte"

Dopo i fischi del Wanda Metropitano nel derby di Madrid, il tecnico si schiera dalla parte del suo attaccante: "Difendo sempre la mia famiglia".

Simeone non abbandona Griezzman: "Con la mia famiglia fino alla morte"

2k condivisioni 9 commenti

di

Share

Il primo derby giocato al Wanda Metropolitiano non ha regalato grandi emozioni. Zero gol nel match tra Atletico e Real Madrid, due compagini che non stanno attraversando il loro miglior momento di forma. Il Barcellona, intanto, si alza sui pedali e macina punti pesanti verso la conquista della Liga: le squadre di Zidane e Simeone ora sono in terza posizione a -10 dai blaugrana e a 3 punti di distacco dallo spettacolare Valencia di Marcelino.

Simeone e Griezmann in azione

L’Atletico non decolla, sembrano lontani i tempi della squadra spigolosa e difficile da affrontare, sempre pronta a dare filo da torcere alle avversarie. In Europa o in patria, negli ultimi anni la formazione di Simeone ha sempre ostentato la sua natura combattiva, si è contraddistinta per personalità, cinismo e spirito di sacrificio, ma ora tutto sembra più difficile. L’Atletico può ancora vantare una buona organizzazione difensiva, ma segna davvero poco. La porta di Oblak è rimasta inviolata per ben 12 volte dall’inizio della stagione, ma gli uomini di Simeone sono andati in rete solamente in 16 occasioni. Numeri che creano apprensione dalle parti del Wanda Metropolitano e nello scoramento generale del momento è partita una vera e propria caccia alle streghe: nel mirino dei tifosi è finito il bomber Antoine Griezmann. Le petit diable è diventato capro espiatorio dei problemi tattici evidenziati dalla formazione di Simeone, solo 3 le reti stagionali messe a segno fino ad oggi: due in campionato e una in Champions League.

Troppo poche per uno come lui: da quando veste la maglia dei Colchoneros, Griezmann non ha mai segnato meno di 25 gol a stagione. Certamente un’involuzione che lascia basiti, ma la rabbia dei sostenitori non sembrerebbe essere solo legata alle sue deludenti prestazioni, la punta francese è finito sotto accusa anche e soprattutto a causa delle indiscrezioni di mercato che lo vedono protagonista. I rumors che si inseguono riguardanti il suo futuro fomentano la rabbia dei tifosi dell’Atletico, consapevoli di dover sopportare a fine stagione un addio annunciato e scontato. Intanto il Barcellona fiuta il grande colpo: l’attaccante di Simeone è finito nel mirino del club di Josep Maria Bartomeu. All’ombra del Camp Non sono convinti che sarebbe l’operazione giusta per dimenticare finalmente il travagliato addio di Neymar. I media spagnoli ne sono certi: la clausola rescissoria dell'attaccante dell'Atletico Madrid dal 1° luglio 2018 si dimezzerà passando dai 200 milioni attuali a 100: i blaugrana sono in agguato. Si racconta di accordo di massima già trovato tra le due parti per un vincolo contrattuale della durata di cinque anni.

Simeone non dimentica: "Fino alla morte con Griezmann"

L’apice della contestazione è stato toccato nel corso della stracittadina di Madrid. Griezmann ha lasciato il campo al 77’, rilevato da Fernando Torres. Una bordata di fischi ha accompagnato la sua sostituzione, la sua prova è stata incolore. Evidentemente la felice parentesi con la Nazionale francese non è servita ad invertire la rotta stagionale. I suoi tifosi non hanno intenzione di perdonare ulteriormente, sembrano aver già dimenticato lo splendido gesto di cui si è reso autore il francese nell’ultima finestra di mercato estivo, quando il pressing costante del Manchester United per un trasferimento ormai combinato alla luce di un accordo economicamente molto vantaggioso non è bastato per convincere l’attaccante francese ad accettare l’offerta del club di Mourinho:

È un momento difficile per il club e i miei compagni, sarebbe davvero un brutto colpo per loro se io andassi via adesso.

Diego Simeone, tecnico dell'Atletico Madrid

Griezmann ha scelto non lasciare l’Atletico in una situazione d’emergenza. Dopo la sentenza del TAS era stato confermato il blocco del mercato dei colchoneros, che non avrebbero potuto chiudere alcun acquisto in quella sessione estiva:

È arrivata questa sentenza del TAS e ho così deciso di rimanere .Questa è stata un'altra buona stagione da parte nostra e spero che potremo rinforzarci ulteriormente a gennaio.

Insomma, non un gesto che farebbero tutti, Griezmann è stato anche scaricato dal suo agente per quel rifiuto clamoroso. Ha deciso di rimanere fedele al suo club nel momento peggiore. Eppure a Madrid tutto questo sembra già essere stato dimenticato. La reazione scomposta del pubblico dopo l’uscita dal campo della punta francese nel match con il Real Madrid non lascia spazio a fraintendimenti, nella conferenza stampa del post derby Simeone ha affrontato l’argomento alla sua maniera:

Da bambino mi è stato insegnato che quelli che fanno parte della mia famiglia vanno difesi fino alla morte e io sarò con loro fintanto che rimarranno qui. Non cambierò idea ora. I problemi  si risolvono in famiglia, io resto sempre calmo e faccio sempre ciò che è meglio per la squadra.

Parola di Diego Pablo Simeone. Vi conviene crederci.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.