Borussia Dortmund, nuovi dettagli sulla sospensione di Aubameyang

Il Borussia Dortmund in settimana ha sospeso Aubameyang che ha quindi saltato la trasferta di Stoccarda: emergono nuovi dettagli sulla decisione.

Emergono dettagli relativi alla decisione del Borussia Dortmund di sospendere Aubameyang.

573 condivisioni 5 commenti

di

Share

Non si tratta di due ritardi. Non si tratta solo di questo. Il Borussia Dortmund ha deciso di sospendere Pierre-Emerick Aubameyang e di non impiegarlo nella trasferta (poi persa) di Stoccarda per motivi disciplinari. Così spiegava il club nel comunicato ufficiale diramato giovedì, a circa 24 ore dalla sfida di Bundesliga persa 2-1 contro lo Stoccarda.

Aubameyang giovedì è arrivato in ritardo al campo d’allenamento e quindi sembrava che il problema fosse questo. Anche perché pure nel primo allenamento settimanale si era presentato dopo l’orario prestabilito. In realtà però c’è di più dietro alla decisione del Borussia Dortmund di sospenderlo (per la seconda volta in un anno).

L’attaccante africano infatti è arrivato in ritardo ben tre volte negli ultimi sette allenamenti. La recidività è quindi piuttosto evidente. Non solo: perché nei giorni scorsi ha girato una pubblicità con un suo amico e Freestyler francese Séan Garnier. Il problema è che lo ha fatto sul campo d’allenamento del Borussia Dortmund e senza avere l’autorizzazione del club.

Vota anche tu!

Ha fatto bene il Borussia Dortmund a sospendere Aubameyang?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Borussia Dortmund, la verità sulla sospensione di Aubameyang

Il problema è però ancor più grave di quanto possa sembrare. Perché non solo Aubameyang ha trasgredito le regole, utilizzando il centro sportivo a proprio piacimento, ma lo ha fatto per pubblicizzare un atleta sponsorizzato dalla Red Bull, azienda che, controllando il Lipsia, non è ben vista dal Dortmund.

Garnier è proprio stipendiato dalla Red Bull, con cui ha un contratto, e gira gli spot con il marchio della azienda austriaca in bella vista. Comprensibile che il Dortmund non abbia gradito particolarmente. L’azione di Aubameyang però difficilmente è dovuta a ingenuità. Potrebbe essere anche un modo per rompere col club e ottenere la cessione che già avrebbe desiderato in estate. Per questo non bisogna ridurre la sospensione a un paio di ritardi. Non si tratta affatto solo di questo.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.