Serie A, le pagelle di Roma-Lazio: Nainggolan domina, male Bastos

Il belga, in dubbio fino all'ultimo, gioca una grande partita e decide il derby la rete del 2-0. Il difensore biancoceleste ha entrambi i gol subiti sulla coscienza.

Serie A, pagelle per Roma-Lazio

580 condivisioni 12 commenti

di

Share

Nei giorni scorsi aveva dichiarato che sarebbe sceso in campo anche con una gamba sola per aiutare i suoi compagni. Ma a vedere la partita giocata oggi contro la Lazio, Nainggolan è sembrato più in forma che mai.

Il belga è stato sicuramente il migliore in campo di un derby molto combattuto che ha aperto la 13esima giornata di Serie A, deciso proprio dal suo gol che ha portato la Roma sul momentaneo 2-0, prima che Immobile accorciasse le distanze per il definitivo 2-1.

Una prestazione di altissimo livello del Ninja e di tutta la Roma, che ha vinto meritatamente la sfida contro i cugini laziali e si è portata al terzo posto della classifica di Serie A, aspettando le partite delle rivali di domani.

Serie A, le pagelle di Roma-Lazio

Roma (4-3-3): Alisson 6; Florenzi 6 (80' Bruno Peres 6), Manolas 5,5, Fazio 6,5, Kolarov 7; Nainggolan 7,5 (84' Juan Jesus 6), De Rossi 6,5, Strootman 6; El Shaarawy 5,5 (72' Gerson 5,5), Dzeko 6,5, Perotti 7.
All. Di Francesco 6,5.

Lazio (3-5-1-1): Strakosha 6,5; Bastos 4,5, de Vrij 5,5, Radu 5,5 (77' Patric 6); Marusic 6, Parolo 6, Leiva 5,5 (58' Nani 6), Milinkovic 6, Lulic 5 (58' Lukaku 6,5); Luis Alberto 6; Immobile 6,5.
All. Inzaghi 6.

I migliori

Nainggolan nel derby
Nainggolan è stato il migliore in campo

Radja Nainggolan

E meno male che non stava bene. In dubbio fino all'ultimo per via del problema muscolare avuto con la sua Nazionale, il belga ha sfoderato una prestazione maiuscola trascinando i suoi compagni. Il Ninja è risultato decisivo non solo con la bellissima rete del 2-0 ma anche col pressing solitario sui difensori della Lazio che ha portato al rigore del vantaggio. Resta in campo per 85 minuti ed esce esausto fra gli applausi dell'Olimpico.

Kolarov nel derby
Kolarov si è guadagnato il rigore del vantaggio

Aleksandar Kolarov

Il grande ex della partita è ormai un perno della squadra di Di Francesco e la catena di sinistra formata da lui e Perotti funziona a meraviglia, mettendo in estrema difficoltà la retroguardia della Lazio. Oltre ad essersi reso pericoloso più di una volta quando è salito in proiezione offensiva con le sue rasoiate nell'area avversaria, il serbo ha il grande merito di prendersi il fallo da rigore ad inizio ripresa. 8 anni fa decideva un derby con la maglia biancoceleste, questa sera dà un grande dispiacere ai suoi vecchi tifosi.

Lukaku e Nainggolan
Lukaku contro Nainggolan

Jordan Lukaku

Entrato al 58esimo sul 2-0 per la Roma, il belga è insieme a Nani la mossa di Inzaghi che cambia la Lazio dopo il terribile uno-due subito. Con la sua fisicità mette in grande difficoltà Florenzi, dando la spinta sulla fascia sinistra che ai biancocelesti è mancata per via della brutta prestazione di Lulic. Ci prova fino all'ultimo secondo e i suoi cross sono il motivo che costringe Di Francesco ad inserire Juan Jesus passando alla difesa a 5.

I peggiori

Bastos con Perotti
Bastos è stato il peggiore in campo

Bastos

Dopo un primo tempo in cui, pur mostrando qualche incertezza di troppo nella gestione del pallone, è riuscito a reggere bene nell'uno contro uno con Perotti, la ripresa dell'angolano è un vero e proprio disastro: nel giro di 5 minuti stende Kolarov in area causando il rigore dell'1-0 e perde il pallone che porterà al raddoppio di Nainggolan. In un derby così equilibrato, errori del genere si pagano caro e il difensore avrà probabilmente la sconfitta della Lazio sulla coscienza.

Manolas e Immobile
Manolas con Immobile

Kostas Manolas

Dal punto di vista della prestazione globale, la partita di Manolas è stata più che positiva. Ma dopo 70 minuti quasi perfetti, un giocatore del calibro del greco non può commettere un'ingenuità come il fallo di mano che porta al rigore per la Lazio e al 16esimo gol in Serie A di Immobile, riaprendo una partita praticamente chiusa per la sua squadra. Tiene bene i duelli in velocità con gli attaccanti della Lazio, ma nel finale soffre la fisicità di Milinkovic-Savic. Fortunatamente per lui e i giallorossi, il suo errore non costa caro.

Lulic e Florenzi
Lulic contro Florenzi

Senad Lulic

Al primo derby con la fascia di capitano ci si aspettava di più da uno che queste sfide le ha già giocate e anche decise. Nel primo tempo si mostra troppo impreciso e nervoso, non riuscendo quasi mai a superare Florenzi per servire le punte. Dopo il rigore del vantaggio romanista perde fin troppo tempo a protestare con arbitro e avversari, motivo per cui Inzaghi sceglie di toglierlo dal campo per evitargli una seconda ammonizione.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.