Serie A, ritorno boom: tutti a caccia del Napoli

Si inizia con il derby di Roma, poi la squadra di Sarri ospita il Milan sempre sotto esame. Juventus a Genova contro la Samp. E il Benevento spera nel primo punto.

44 condivisioni 0 commenti

di

Share

Messa alle spalle la delusione della Nazionale, la Serie A torna protagonista. Tutto d’un fiato: il campionato non si fermerà più fino al prossimo 14 gennaio. Niente pausa invernale, quest’anno si corre anche a Natale. Si riparte col botto: i big match di sabato Roma-Lazio e Napoli-Milan sono gli antipasti prelibati della 13esima giornata.

Si entra davvero nel vivo. La Juventus affronta la Sampdoria, una sfida per niente facile per i bianconeri, la sfida della maturità per la formazione di Giampaolo. E l’Inter? A San Siro contro l’Atalanta. E laggiù in fondo alla classifica c’è un Benevento che spera di fare il primo punto della sua storia nella massima serie.

Incroci importanti, in Serie A è grande spettacolo. Un weekend fondamentale che regalerà parziali verdetti: dal Napoli capolista alla Juventus affamata, passando per l'Inter arrembante e le romane con i sogni Scudetto. Tutto in una sola giornata.

Serie A, Inzaghi tecnico della Lazio
Serie A, la Lazio di Inzaghi pronta a sfidare la Roma

Serie A, ecco il derby della Capitale

Allacciate le cinture, la 13esima giornata di Serie A inizia forte. Roma-Lazio, fischio d’inizio sabato alle ore 18. Biancocelesti quarti, giallorossi sotto di un punto. Entrambi con un match da recuperare. Una vittoria può alimentare le ambizioni da titolo. Una sfida importantissima tra due belle realtà del nostro campionato. Con tanti nazionali delusi pronti al riscatto con il proprio club: da Dzeko e Lulic passando per De Rossi, Parolo e Immobile. Occhio all’attaccante laziale: 14 reti in campionato su 11 partite. Ciro ha voglia di spaccare la porta. Una nota emozionale a margine: sarà il primo derby senza Francesco Totti.

Il Napoli vuole restare in vetta

Quattro vittorie e un pareggio, il Napoli nelle ultime 5 sfide di Serie A contro il Milan è imbattuto. La squadra di Sarri deve vincere per rimanere prima in solitaria e non lasciare il passo. Davanti c’è un Diavolo ferito che farà leva sull’orgoglio. Sei punti nelle ultime 3 partite, di mezzo la sconfitta per 2-0 contro la Juventus. Lo Stadio San Paolo è pronto a spingere i suoi, in particolare Lorenzo Insigne che è tornato frustrato per aver giocato appena un quarto d'ora nel doppio confronto contro la Svezia. I rossoneri sono la sua vittima preferita: 5 reti in 9 presenze.

Sampdoria, la prova in bianco e nero

Ventitre punti nelle prime 11 partite di Serie A: questa è una Sampdoria da record. I blucerchiati sognano in grande, ma per farlo davvero, ad occhi aperti, bisogna battere la Juventus. La squadra di Allegri ha sì una difesa più perforabile (Napoli, Inter e Roma hanno subito meno reti) ma segna anche di più (primo attacco in campionato). C’è voglia di riprendersi la vetta ai danni del Napoli, avanti di un punto, e ristabilire le gerarchie. Quagliarella, doppio ex della sfida, è pronto a festeggiare la presenza numero 100 con la maglia della Samp in A: ha voglia di un regalo.

Inter senza coppe ma con l’asso

I nerazzurri sono una squadra quadrata e cinica. Senza impegni europei possono concentrarsi solo sul campionato. L’inizio è stato ottimo: sono imbattuti da 14 partite. A San Siro arriva l’Atalanta che arriva da due sconfitte esterne. Nell’ultimo match tra le due squadre c’è stata la tripletta di Icardi: 4 gol in 9 presenze contro gli orobici. Non segna da due giornate, vuole riprendere subito per spingere l’Inter ancora più su. È lui l'asso nel mazzo di Spalletti.

Benevento, l’ennesima occasione d’oro

Dalla vetta al fondo della classifica di Serie A. Eccolo lì il Benevento, tramortito da 12 sconfitte in 12 giornate. Zero punti all'attivo, nessuno ha mai fatto peggio nella storia dei maggiori cinque campionati europei. Attenzione però, per la squadra di De Zerbi potrebbe essere l’occasione giusta per vincere clamorosamente contro il Sassuolo. I neroverdi quest’anno non brillano, 8 punti fin qui a +2 sulla zona retrocessione. Si rischia. Chi segnerà? Difficile dirlo: il match mette a confronto i due peggiori attacchi del campionato. Ma a Benevento anche uno 0-0 verrebbe accolto come un mezzo miracolo.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.