Real Madrid, il padre di Pepe: "Sfruttato fino all'ultimo e buttato via"

La critica arriva dal padre del giocatore: "Il club non si è comportato in modo corretto. Per questo lui, quando è arrivato alla scadenza, se ne è andato".

1k condivisioni 33 commenti

di

Share

Che Képler Laveran Lima Ferreira, da tutti conosciuto come Pepe, avrebbe lasciato il Real Madrid alla fine della scorsa stagione era chiaro a tutti da tempo. Il club tardava a farsi vivo per rinnovare un accordo che sarebbe scaduto a giugno e gli indizi erano evidenti.

Appena il tempo di godersi il trionfo di Cardiff contro la Juventus e la seconda Champions League consecutiva che già il centrale si sfogava contro la società e soprattutto contro Zidane, colpevole a suo dire di averlo messo da parte senza aver mai motivato la sua scelta.

Il difensore aveva salvato solo i compagni di squadra e i tifosi, ai quali, giunto il momento dell'addio, aveva indirizzato una lettera che si chiudeva con un commovente ringraziamento corale:

Sentire il vostro appoggio è stato magico. Conservo nel cuore il vostro affetto. Il Real e il vostro affetto faranno sempre parte della mia storia, della mia vita. Grazie e hasta siempre.

El día llego... El 12 de julio de 2007 llegue al Real Madrid con la ilusión de un niño que llegaba donde había soñado todos los días de su infancia. Hoy , 10 años después , me toca despedir y dejar de vestir este escudo. Todos , pero todos los días que vestí está camiseta , lo hice con la ilusión de siempre ! Hoy solo puedo dar las gracias a todos vosotros que me habéis apoyado, que habéis escrito comigo esta bonita historia. Gracias a cada uno de vosotros que me habéis acompañado. Gracias a todos los amigos y compañeros que sé que se quedarán allá donde vaya. Me despido también de esta ciudad, que ha visto nacer y crecer a mis hijas. Me siento muy feliz por lo que he conseguido y llevaré vuestro cariño en el corazón ! Y lo vuelvo a decir .... lo mejor de estos 10 años ??? Entrenar cada día , convivir con todos y cada uno de los empleados de este club ... Pisar el Santiago Bernabéu y sentir vuestro apoyo siempre fue mágico! En mi corazón guardo vuestro cariño , y este sentimiento de deber cumplido ... El Real Madrid y vuestro cariño siempre harán parte de mi Historia , de mi vida ! Gracias y Hasta Siempre ! Pepe 6 Junio 2017

A post shared by Pepe (@official_pepe) on

Real Madrid, il padre di Pepe: "Sfruttato fino all'ultimo e buttato via"

Chiuso il rapporto con il Real Madrid, dopo essere stato avvicinato all'Inter e al Paris Saint-Germain, Pepe si accasò al Besiktas, dove attualmente sta giocando con continuità, sempre presente per tutti i 90 minuti sia nella Süper Lig che in Champions League.

A distanza di qualche mese è il padre, Anael Ferreira, a svelare a Globoesporte i dettagli della travagliata fine del rapporto fra Pepe e il Real Madrid:

Questo tipo di società ti sfruttano fino all'ultima goccia. Quando si stancano iniziano a trattarti in modo non corretto. In genere, quando ti manca un anno di contratto, il club ti chiama per rinnovare ma con lui non l'hanno fatto. L'hanno cercato solo all'ultimo e con un'offerta troppo bassa. Così mio figlio l'ha respinta e ha deciso di andarsene.

Pepe e Cristiano Ronaldo
Pepe e Cristiano Ronaldo insieme nel Real Madrid

Taxista mancato

Il signor Ferreira poi svela anche che quando Pepe aveva 13 anni fu protagonista di una scazzottata in campo, i cui esiti stavano per stroncargli la carriera:

Io gli dissi di tenere duro, di andare avanti con serenità, che se non fosse riuscito a sfondare nel mondo del calcio avrei venduto la mia auto e gli avrei comprato un taxi: un futuro lo avrebbe avuto comunque assicurato.

Non fu necessario. Invece del taxi, a 18 anni Pepe prese l'aereo per l'Europa: la sua carriera nel calcio che conta era cominciata.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.