Liga, Aduriz ora è una bandiera: all'Athletic Bilbao fino al 2019

Il club basco ha annunciato il rinnovo del contratto con l'attaccante che smetterà a 38 anni. Inserita anche una clausola rescissoria da 40 milioni.

1k condivisioni 18 commenti

di

Share

Il rapporto di Aritz Aduriz con l'Athletic Bilbao non è sempre stato rose e fiori. Nativo di San Sebastian, l'attaccante basco è cresciuto nell'Arruerà di Vitoria, dove è stato notato 18enne dagli osservatori del Bilbao Athletic, la filiale di Segunda Division B del club maggiore.

Anni difficili, nei quali la chiamata della prima squadra sembrava non arrivare mai. Quando finalmente è arrivata si è tradotta in una stagione trascorsa in panchina - era il 2002-03 - con sole tre presenze e 54 minuti in campo, di cui 13 all'esordio in Liga contro un Barcellona che schierava, fra gli altri, de Boer, Luis Enrique e Kluivert.

Allora Aritz, a 22 anni, a fine stagione accetta di emigrare. Va in prestito al Burgos e poi al Valladolid, ma nel gennaio 2006 gli echi dei suoi gol lo riportano a casa. Ventidue reti in due stagioni e mezza non gli valgono la riconferma e gli tocca rifare le valigie: due anni a Maiorca, dove segna sempre in doppia cifra, e altri due a Valencia, dove conosce anche la Champions League.

LaLigaExperience

Liga, Aduriz ora è una bandiera: all'Athletic Bilbao fino al 2019

Il cuore di Aduriz però è basco e quelli dell'Athletic Bilbao, che non hanno mai smesso di tenerlo d'occhio, lo richiamano nell'estate 2012 e gli affidano le chiavi dell'attacco. Aritz ha 31 anni ma faccia ed entusiasmo da ragazzino: in cinque stagioni non scende mai sotto la doppia cifra in Liga e nel 2015-16 vince anche la classifica dei marcatori dell'Europa League con 10 gol.

Il suo capolavoro però rimane la tripletta segnata nel 4-0 al Barcellona, match di andata della Supercoppa di Spagna 2015, poi vinta dai baschi. Aritz diventa l'idolo del San Mames e l'anno successivo torna in Nazionale - dopo una fugace apparizione nel 2010 - a 35 anni, in tempo per segnare un gol all'Italia.

Aduriz abbracciato dai compagni in Nazionale
Aduriz festeggiato dai compagni dopo il gol agli Azzurri

Ora a Bilbao Aduriz è una bandiera, la città è ai piedi di questo bomber "tardivo" e silenzioso, simbolo dell'identità basca dentro la Liga, tanto che ieri il club gli ha reso omaggio rinnovandogli per un'altra stagione il contratto che sarebbe scaduto nel prossimo giugno e inserendo una clausola rescissoria di 40 milioni. Com'è nel suo stile l'attaccante, che nel 2019 avrà 38 anni, ha ringraziato quasi sotto voce:

Sono molto contento e molto grato all'Athletic Bilbao, che considero la mia seconda famiglia: sono felice di continuare per un altro anno, cercherò di ripagare la fiducia che hanno riposto in me i dirigenti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.