Argentina, pesante ko contro la Nigeria. Maradona: "Voglio tornare"

Albiceleste sconfitta per 4-2, Sampaoli non convince. El Pibe de Oro alza la voce: "Stanno buttando via il nostro prestigio". E pubblica la sua percentuale di vittorie...

87 condivisioni 37 commenti 0 stelle

di

Share

L’Argentina di Jorge Sampaoli non convince. La sconfitta contro la Nigeria in amichevole per 4-2 ha fatto infuriare Diego Armando Maradona. El Pibe de Oro, sui social, si è lasciato andare ad uno sfogo. E pensa di tornare sulla panchina dell’Albiceleste.

A Krasnodar, senza Messi, la prima mezz’ora di Aguero e compagni è anche buona. Dopo 36’ sono avanti di due gol grazie a Banega e al Kun. Iheanacho la riapre, Iwobi pareggia i conti. Poi il tracollo finale: Idowu e ancora Iwobi (bellissimo il tunnel a Mascherano) ribaltano definitivamente la situazione.

Maradona non ha resistito: brutta figura della sua Nazionale, non si può andare avanti così. Vorrebbe tornare ad allenarla lui: il suo appello è chiaro ed è rivolto soprattutto ai tifosi argentini.

Argentina, Maradona nel 2010
Argentina, Maradona e Messi al Mondiale del 2010

Argentina, Maradona chiede di tornare

Maradona oggi è tecnico del Dibba Al-Fujairah SC, club degli Emirati Arabi. È tornato ad allenare dopo 5 anni dall’ultima esperienza sulla panchina dell’Al Wasl. Prima ancora ha portato l’Argentina nel biennio 2008-2010 a giocarsi un Mondiale in Sudafrica. L'avventura finì ai quarti di finale contro la Germania. Poi l’addio. Diego oggi ha voglia di tornare:

Chi ha vinto di più? Traiamo nel nostre conclusioni. Sono furioso perché stanno buttando via il nostro prestigio. Ma i ragazzi non hanno colpa. Io voglio tornare.

Messaggio chiaro e tondo accompagnato anche da una tabella con le statistiche degli ultimi ct dell’Argentina, con Maradona primo nella percentuale di vittorie conquistate. Insomma, proposta scritta con curriculum. E lo sfogo sembra ad orologeria: Sampaoli non ha mai convinto. Sia per la qualità del gioco espresso dalla squadra che per le scelte sulle convocazioni. Una su tutte: la mancata chiamata ad Higuain.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.