Italia, Gentile: "Che umiliazione, la Svezia non sa neanche rinviare"

Il difensore campione del Mondo nel 1982 parla dopo la disfatta dell'Italia: "Può succedere di non andare al Mondiale, ma non così. Bisogna farlo con onore".

40 condivisioni 55 commenti 4 stelle

Share

L'amarezza non si placa, aumenta all'indomani della disfatta. L'Italia non va oltre lo 0-0 contro la Svezia e manca l'accesso alla fase finale del Mondiale: non succedeva dal 1958.

Tra i tanti commenti del post-partita spicca quello di Claudio Gentile alla Gazzetta dello Sport. Il difensore campione del Mondo nel 1982 sbotta: 

Per noi è un'umiliazione non andare in Russia, questi (dice rivolegendosi alla Svezia, ndr) non sanno fare neanche un rinvio. Noi abbiamo continuato a fare cross contro una difesa che ha tutti giocatori alti un metro e novanta. In questi casi o fai gli uno-due al limite dell’area o i palloni sono tutti loro. Oltre alla stazza, loro erano anche ben posizionati. Ovviamente non sono dei fenomeni. Sullo 0 a 0 serve chi saluta l'uomo, serviva Insigne al posto di Darmian. Può succedere di non passare, ma non così. 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.