Gundogan: "Stipendio massimo per gli under 20: guadagnano troppo"

Nel calcio moderno stanno lievitando cartellini e ingaggi: per Gundogan bisognerebbe inserire un tetto massimo per gli U20 che rischiano di montarsi la testa.

Secondo Gundogan bisognerebbe inserire un tetto massimo per gli ingaggi degli Under 20

183 condivisioni 7 commenti 5 stelle

di

Share

Prevenire, come sempre, è meglio che curare. C’è un trend piuttosto evidente nel calcio moderno: i prezzi lievitano. Solo nell’ultima estate sono ben tre i giocatori che sono stati valutati più di 100 milioni: Neymar, 222 milioni, Mbappé 180 e Dembelé 105 più bonus. Cifre impensabili nel recente passato. Di conseguenza salgono però anche gli stipendi.

Non serve più andare in Cina per guadagnare cifre altissime. Sono ben 12 i giocatori in Serie A (non il campionato più ricco d’Europa, anzi…) che guadagnano quattro o più milioni di euro all’anno. Sia chiaro: è normale che se girano più soldi i calciatori guadagnino di più, ma secondo Ilkay Gundogan è un vortice pericoloso.

I calciatori ormai sono delle vere e proprie macchine da soldi: molti curano anche i propri diritti d’immagine. Il problema però è che si tratta pur sempre di esseri umani, che possono avere debolezze. Specie perché sono giovani e, in taluni casi, vengono anche da ambienti molto poveri. Per questo per Gundogan l’ideale sarebbe fissare un tetto massimo.

Vota anche tu!

Giusta la proposta di Gundogan?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Gundogan: tetto ingaggi per gli U20

Da anni in Inghilterra c’è il problema legato agli ex professionisti (non solo quelli che arrivano in Premier League quindi): negli ultimi 10 anni in media uno su cinque nel giro di cinque anni dal ritiro ha sperperato tutti i soldi guadagnati. E il problema, a dirla tutta, va avanti da decenni e coinvolge tutto il mondo: nel 1983 Garrincha, uno dei brasiliani più famosi della storia del calcio, morì solo, in assoluta povertà.

Proprio per questo Gundogan nella sua proposta è molto serio. È convinto che in questo modo si rischi di far perdere ai giovani il contatto con la realtà:

Se non ricordo male, in America c’è un tetto massimo per gli U20. Sicuramente non farebbe male, e per i settori giovanili sarebbe un bene. Per me alcuni giovani spendono male i loro soldi. A quell’età bisognerebbe avere qualcuno accanto che ti aiuti a non fare idiozie. A 17 anni andavo a scuola e guadagnavo 3000 euro al mese. Nell'intervallo offrivo la cioccolata a tutti...

Prevenire, come sempre, è meglio che curare. E Gundogan sa come evitare i problemi che troppo spesso ci sono fra i calciatori…

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.