Casillas a Buffon: "Amico, mi fa male vederti piangere. Sei leggenda"

Omaggio del portiere spagnolo al collega azzurro, in lacrime dopo l'eliminazione dell'Italia: "Orgoglioso di averti conosciuto, sei una leggenda".

175 condivisioni 28 commenti 5 stelle

di

Share

Per anni si sono contesi la palma di miglior portiere del mondo e per anni si sono affrontati in epici duelli nei quali difendevano l'uno i pali dell'Italia o della Juventus, l'altro quelli della Spagna, del Real Madrid o. come nell'ultima appendice l'inverno scorso, del Porto.

Un bilancio in perfetta parità, da veri gentiluomini, come sono sempre stati Gianluigi Buffon e Iker Casillas, che hanno incrociato i guantoni 18 volte, aggiudicandosi la sfida sei volte ciascuno e terminandola altrettante in pareggio.

Nel momento più buio dell'Italia calcistica, perlomeno da quando l'azzurro non è più un'opinione come ai tempi della televisione in bianco e nero, possiamo forse permetterci, con un pizzico di nazionalismo, di consegnare a Gigi la vittoria ai punti, visto che se in Nazionale lo spagnolo ha da tempo ceduto il posto a De Gea, il Nostro si preparava a vivere il sesto Mondiale da protagonista, inanellando l'ennesimo record di una carriera irripetibile.

Casillas a Buffon: "Amico, mi fa male vederti piangere. Sei leggenda"

Ma Buffon e Casillas, al di là della rivalità sul campo, hanno sempre saputo creare un rapporto fatto di reciproco rispetto, una cosa da uomini veri, quasi di una volta, verrebbe da dire. E nel momento forse più difficile nella carriera di Gigi, cui l'eliminazione dai Mondiali 2018 ha bruscamente imposto cambiamenti di scenario impensabili fino a pochi mesi fa, è stato proprio Iker a mandargli la prima carezza via Twitter:

Non mi piace vederti così. Voglio vederti come sei stato finora, come quello che continui a essere per tanti, UNA LEGGENDA. Sono orgoglioso di conoscerti e orgoglioso di averti sfidato tante volte. Devi ancora divertirti a calcio amico, # 1.

Una carriera parallela

Prima che un amico, del resto, Buffon per Casillas è stato un idolo. Di tre anni più giovane, Iker ha rivelato che da ragazzino studiava con ammirazione lo stile di quel giovane talento italiano che a 18 anni era già titolare nel Parma in Serie A e, alla prima occasione utile, invece della maglia gli ha chiesto i pantaloncini, confessando anni dopo di usarli come pigiama.

Buffon e Casillas

Un gesto semplice e spontaneo quello social dello spagnolo, un gesto da campione nei confronti del numero 1 dell'Italia, al quale ha voluto dimostrare la sua vicinanza e il suo affetto dopo una carriera parallela e straordinaria durata per quasi un ventennio, parallela in fondo anche nella scelta delle compagne, Ilaria D'Amico e Sara Carbonero, entrambe giornaliste sportive televisive.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.