Serie A, Dzeko: "Dai Roma, vinciamo lo Scudetto. Che bello il derby"

In campionato non segna dal primo ottobre ma Dzeko vuole sbloccarsi con la Lazio: "Chi non lo gioca non può capire cosa significhi. Voglio lo Scudetto con la Roma".

5 condivisioni 15 commenti 0 stelle

di

Share

Aveva cominciato piuttosto male, ora è imprescindibile. Edin Dzeko trascina la Roma. E lo fa a suon di gol. E pensare che nel suo primo anno in giallorosso erano state create perfino delle maglie per deriderne gli errori sotto porta. “Edin Cieco”, c’era scritto, storpiando il suo cognome. Ora però tutto è cambiato. Anche per i tifosi più scettici.

Al punto che ora, maglie e stendardi allo stadio sono diversi rispetto a quelli del 2015-16. Ora si legge che l’amore è Dzeko. Perché per i tifosi giallorossi è impossibile non riconoscerne l’importanza. L’anno scorso ha vinto la classifica cannonieri della Serie A, in questa stagione, fra campionato e coppa, è già a quota 10 reti. Troppo importante per negarlo.

Per questo i tifosi pendono dalle sue labbra. Esattamente come quando era arrivato a Roma. Quel giorno furono tantissimi i romanisti ad andarlo a prendere a Fiumicino. Nel derby però il percorso giallorosso di Dzeko sembra andare al contrario: due gol nelle prime due sfide, zero nelle successive quattro. Sabato Edin vuole rimediare, anche per lanciare un segnale importante a tutta la Serie A: il bosniaco vuole lo Scudetto.

Vota anche tu!

Dzeko è il miglior centravanti della Roma da Batistuta in poi?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Serie A, Dzeko vuole lo Scudetto

Dzeko d’altronde ha già vinto il campionato in Germania e in Inghilterra. Prima col Wolfsburg poi con il Manchester City. Club che prima del suo arrivo non avevano mai vinto molto. Ora vuole ripetersi con la Roma, come ha ammesso lui stesso a Kicker:

Ho ancora un paio di anni per portare lo Scudetto a Roma. A me sembra che questo campionato sia più equilibrato rispetto agli ultimi, ma la Juventus è sempre la favorita. Dal 2011 hanno sempre vinto loro, ma d’altronde hanno speso 90 milioni per Higuain. Se spendi tanto e non vinci c'è qualcosa non va…

Sul derby di sabato Dzeko non si sbilancia e rinuncia a fare pronostici, anche se di una cosa è convinto: sarà la sfida più emozionante da quando gioca in Serie A:

Per chi non lo vive il derby è difficile capire davvero cosa significhi: per i tifosi qui la vita improvvisamente è più bella con una vittoria. I romanisti in questi anni hanno disertato lo stadio a causa delle barriere, finalmente però le proteste sono finite, quindi vivrò il derby più caldo da quando sono qui. Sfide così in uno stadio semi-vuoto non erano all'altezza.

Dzeko ha imparato che in Italia le critiche sono sempre dietro l’angolo. E ammette di ritenere eccessive le critiche ricevute per il suo primo anno in giallorosso:

Ormai, attraverso i social, tutti hanno qualcosa da dire. Se un addetto ai lavori mi critica lo accetto, in realtà però criticano anche quelli che non capiscono nulla di calcio. Loro li ignoro. Il primo anno ho faticato perché al City durante la preparazione Pellegrini non mi ha fatto giocare, sicuro che tanto sarei stato venduto. Fisicamente ero fiacco. Io non sono uno che molla, altrimenti avrei lasciato Roma dopo il primo anno.

Interessanti anche le considerazioni del bomber della Roma sull’efficacia della Var, introdotta in questa stagione, e sui trasferimenti con cifre spropositate spese per un singolo giocatore:

Nessuno al mondo dovrebbe valere 222 milioni. Sei anni fa si riusciva ad acquistare un attaccante di grande livello per 30 milioni, ora se ne spendono 50 per un difensore. Mi sembra che il calcio abbia imboccato la strada legata al business. La Var? A volte dopo un gol è strano perché non sei sicuro di poter esultare e devi aspettare che l'arbitro abbia controllato l'azione attraverso la tecnologia. L’importante è che sia ben dosata.

Aveva cominciato piuttosto male, ora è imprescindibile. E i tifosi pendono dalle sue labbra. Qualsiasi cosa dica. A patto che continui a segnare. Magari già dal derby…

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.