Playoff Mondiali, le probabili formazioni di Italia-Svezia

Da Solna a Milano per centrare l'obiettivo di una nazione intera. Ventura si affiderà al tandem Immobile-Gabbiadini: scopriamo le probabili formazioni.

8 condivisioni 16 commenti 4 stelle

di

Share

Adesso sarà un'altra storia. O almeno dovrebbe essere così. La tensione Mondiale sale, la paura aumenta e l'adrenalina è alle stelle. Vietato sbagliare. Perché in fondo chi se la immagina un'estate senza Russia? Ora, però, conta solo il presente. Quello di San Siro. Lo stadio di tutti, almeno per oggi. Come se fosse una terapia d'urto. Un intervento d'emergenza davanti a milioni di persone. Tutte in ansia, sì. Aspettando Ventura che come un dottore comunicherà l'esito ai pazienti italiani. Mondiali sì o Mondiale no? E per farlo il ct, rispetto alla partita di venerdì, cambierà qualcosa: vedi soprattutto la voce attacco. Perché là davanti agirà il tandem inedito Immobile-Gabbiadini.

Operazione Russia. Obiettivo gol. Magari 2. E senza subirne. Per farli ci saranno Immobile e Gabbiadini, di nuovo assieme in azzurro dopo le apparizioni con la Nazionale Under 21 di Devis Mangia vicecampione d’Europa nel 2013. Dietro, invece, spazio alla BBC, ovviamente a protezione di Buffon. A Milano servirà una determinazione maggiore, impensabile immaginare gli azzurri senza voglia di stupire. Col desiderio di staccare un pass obbligatorio verso una rotta da conquistare. O quanto meno provarci.

Questione di gambe? Probabilmente sì. In Svezia la condizione fisica non era di certo delle migliori. Perché senza entrare nel dettaglio dei mezzi tecnici a disposizione di Ventura, è proprio l'aspetto atletico che dovrebbe rappresentare l'elemento in più. Un elemento forse sottovalutato, ma tanto decisivo. Soprattutto contro una Svezia che più semplice non si può: tutta compatta e legata ai lanci lunghi della difesa verso i due attaccanti, Berg e Toivonen. Sporcando palloni, innervosendo e andandoci giù pesante. 

Spareggio Mondiale, le probabili formaziondi di Svezia-Italia

Manolo Gabbiadini
Sarà la volta di Gabbiadini

Con le gambe, i muscoli e la testa. E con una calma improvvisa, quella di Gabbiadini. Giocatore all'apparenza indolente, ma tanto voglioso di dimostrare all'Italia intera il proprio valore. Solo tre presenze fino a questo momento per lui, con un gol all'attivo nella gara contro il Liechtenstein, in quella che fu la sua prima apparizione nelle gare di qualificazione a Russia 2018. Ah, al suo fianco ci sarà colui chiamato a trascinare la formazione di Ventura: Immobile, quel meraviglioso biancoceleste oggi chiamato a trasformarsi in azzurro vivo. E pensare che i due, in Nazionale, hanno già giocato assieme. Era il 2013, quando Ciro e Manolo erano ancora azzurrini. Ricordate, per esempio, l'8 giugno 2013? Forse no, ma si giocava Italia-Israele Under 21, e chi c'era nel nostro attacco? Esatto, quelli che stasera dovranno per forza di cose portarci al Mondiale. Quel giorno fece doppietta Immobile, oggi invece...

Ciro Immobile
Ciro Immobile

Fattore Jorginho

Insigne sarà ancora in panchina. "Qualcosa cambieremo, rispetto a Solna", ha dichiarato Ventura, ma di Lorenzo niente traccia. E in mezzo? A centrocampo spazio a Candreva e Darmian sugli esterni, mentre al centro, al posto dello squalificato Verratti e di un De Rossi non al massimo della condizione, ci saranno Florenzi e Jorginho: il regista italo-brasiliano finalmente avrà l'occasione che merita da tempo. Sarà lui la mente. Questione di fluidità. Desiderio di spaccare e stupire.

Jorginho, 25 anni
Jorginho, 25 anni

Ribaltiamola

Bisogna avere fiducia. Oggi in campo ci sarà bisogno di tutti noi. Già, altro che retorica, trattasi di pura realtà. Dai ragazzi in campo, dallo staff fino ai lavoratori seduti comodi sul divano. Più di una speranza, non un sogno, ma un obiettivo minimo. Obbligatorio. E allora scopriamo assieme le due probabili formazioni che scenderanno in campo questa sera:

Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Florenzi, Jorginho, Parolo, Darmian; Immobile, Gabbiadini. All.: Ventura.

Svezia (4-4-2): Olsen; Lustig, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Larsson, Johasson, Forsberg; Berg, Toivonen. All.: Andersson

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.